Dimore storiche Lazio, Palazzo Rospigliosi si racconta

Rete delle Dimore storiche del Lazio: sono stati circa 500 gli ospiti che hanno visitato Domenica 21 Ottobre Palazzo Rospigliosi Zagarolo e il Museo del Giocattolo

0
810
zagarolo_dimore
La giornata delle dimore storiche del 21 ottobre a Palazzo Rospigliosi di Zagarolo

La visita teatralizzata ha fatto rivivere la storia della dimora di Zagarolo: l’arte è stata raccontata in un viaggio nel tempo che ha toccato tutti gli avvenimenti più importanti di cui Palazzo Rospigliosi è stato protagonista. La voce narrante è stata del Direttore del Museo del Giocattolo, Serena Borghesani; la regia è stata di Igor Geat. “Atmosfere nel tempo” ha avuto un successo straordinario – spiega il Sindaco di Zagarolo, Lorenzo Piazzai. – Forse per la prima volta cittadini e turisti hanno avuto la possibilità di assistere a un vero e proprio spettacolo d’arte in una delle cornici più affascinanti del territorio laziale. Quella di Domenica 21 Ottobre è stata la prima iniziativa ideata dalla Regione Lazio, con il supporto di Lazio Innova, per promuovere la “Rete delle dimore storiche” costituita nel 2017. La Città di Zagarolo ne fa orgogliosamente parte e proprio questo ci consente di crescere e di farci promotori di cultura e di storia”. “La compagnia che ha messo in scena “Atmosfere nel tempo è formata dai giovani della Zagarolo Pro Loco, dagli attori della “Compagnia di Corte”, da alcuni ragazzi del Coro Polifonico di Palestrina e e dal personale del Museo del Giocattolo, Zagarolo – Città Metropolitana di Roma – precisa Emanuela Panzironi, Assessore alle Politiche culturali di Zagarolo. – Un ringraziamento va a tutti loro, all’Istituzione di Palazzo Rospigliosi per aver creduto fortemente nel progetto e a tutti i giovani della nostra cittadina: spetta a quest’ultimi tramandare la nostra storia, arte e cultura, spetterà a loro raccontare Palazzo Rospigliosi alle future generazioni”. “La visita teatralizzata ha costretto la compagnia a realizzare una replica fuori programma alle ore 19.00 – conclude Sandro Vallerotonda. – Già si parla di future repliche, a breve distanza di tempo. Una possibilità in più per chi vorrà visitare Palazzo Rospigliosi, in un’immedesimazione completa nell’arte e nella storia”. A colorare l’ingresso di Palazzo Rospigliosi, un altro viaggio nel tempo: le storiche “Duetto” dell’Alfa Romeo hanno “mostrato” i loro motori in Piazza Indipendenza.

Print Friendly, PDF & Email