In arrivo 340 nuovi autobus Cotral

0
1161
Autobus Cotral
Autobus Cotral
Autobus Cotral
Autobus Cotral

Il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ha presentato insieme all’Assessore regionale alle Politiche del Territorio e alla Mobilità, Michele Civita, e al Presidente di Cotral Spa, Amalia Colaceci i nuovi autobus in arrivo per il trasporto regionale extraurbano.

Dopo dieci anni Cotral Spa rinnova la propria flotta con 340 nuovi autobus entro il 2017, il primo dei quali entrerà in servizio il prossimo 19 ottobre. Si tratta di mezzi di ultima generazione, ecologici e confortevoli che consentiranno di mandare progressivamente in pensione i più vecchi ancora in circolazione.

Un investimento di 81 milioni di euro. L’acquisto dei nuovi pullman è stato possibile grazie ad un investimento di 81 milioni di euro, di cui 51 milioni finanziati dalla Regione Lazio, 15 dal Ministero dei Trasporti, 8 dal Ministero dell’Ambiente e 7 autofinanziati da Cotral per l’acquisto dei bus bipiano.

Più sicurezza e maggior tutela dell’ambiente. I nuovi bus euro 6, la categoria più bassa in termini di emissioni inquinanti, saranno dotati di video sorveglianza a bordo, cabine di protezione per gli autisti e sensori di guida sicura.

Il cronoprogramma delle consegne. La fornitura prevede la consegna di 33 bus al mese fino all’autunno del 2017, di questi 300 saranno “Interurbino” di 12 metri prodotti da Solaris e 40 bipiano da 90 posti prodotti dalla casa tedesca Man che entreranno in servizio sulle linee a più alta frequentazione, garantendo oltre 1600 posti a sedere in più.

Un servizio a misura di utente. Quattro colori vestiranno la livrea dei bus con il nuovo logotipo aziendale, totalmente rinnovato nella grafica e nell’uso dei font. Un cambiamento che segue di pari passo l’evoluzione dell’azienda sia sul piano dell’affidabilità del servizio – oggi Cotral garantisce il 99% delle corse programmate – che della comunicazione alla clientela. Un nuovo sito internet, più accessibile e ricco di informazioni, e un nuovo sistema di gestione dei reclami hanno permesso di dimezzare i tempi di risposta all’utenza.

Risparmi e nuove assunzioni. Il bando di gara, vagliato dall’Anac, ha incluso anche la manutenzione dei mezzi in full service per dieci anni che consentirà un risparmio di circa 3,5 milioni di euro. E non solo: Cotral nel 2015 ha chiuso il proprio bilancio in pareggio, dimezzando i debiti verso i fornitori, passati da 347 milioni di euro del 2014 a 178 milioni del 2015. Questo risultato è stato possibile grazie alla regolarizzazione dei pagamenti da parte della Regione Lazio, al taglio degli sprechi e all’ottimizzazione delle risorse. In particolare, la diminuzione degli interessi passivi sul debito ha consentito un risparmio di 6,5 milioni di euro, mentre 2,5 milioni sono stati recuperati grazie ad una migliore organizzazione del lavoro. La riduzione di spese legali e notarili ha portato un risparmio di 670 mila euro, circa 800 mila euro provengono invece dal taglio delle spese di telefonia, delle consulenze e dei compensi degli organi societari. Risparmi che vanno di pari passo con gli investimenti: nel biennio 2014/2015 Cotral ha assunto 220 nuovi autisti, di cui la metà under 30, colmando le carenze di organico sui territori.

L’azienda in numeri. Cotral Spa è l’azienda di trasporto pubblico regionale il cui azionista unico è la Regione Lazio. E’ il primo vettore di trasporto pubblico su gomma extraurbano in Italia. Gli autobus Cotral percorrono oltre 200.000 chilometri al giorno, collegando fra loro 376 comuni del Lazio (isole escluse) e 17 comuni di regioni limitrofe, per un totale di 8.472 corse giornaliere. In 20 ore d’attività vengono portati a destinazione oltre 200.000 passeggeri e pendolari. Ogni anno più di 70 milioni di persone salgono sugli autobus di linea. L’azienda impiega 3.205 dipendenti, di cui 2.406 sono autisti, e possiede una flotta di 1.559 autobus.

Sulla notizia dei nuovi pulman in arrivo ed i nuovi assetti in Cotral sono arrivate anche le prese di posizione delle opposizioni e di Forza Italia. Prima l’ex Presidente Cotral ed attuale Consigliere Regionale Adriano Palozzi e quindi il capogruppo alla Pisana Antonello Aurigemma.

PALOZZI (FORZA ITALIA): “ZINGARETTI E COLACECI NON FACCIANO TRIONFALISMI”

“Dopo settimane di bugie e falsi annunci – dichiara Palozzi in una nota – Zingaretti e Colaceci informano il mondo intero che i primi nuovi pullman, già promessi su strada entro la passata primavera, finalmente dal mese di ottobre calcheranno gli asfalti regionali. Meglio tardi che mai, verrebbe da dire. Tuttavia, le dichiarazioni di vertici Cotral e Regione Lazio, pronunciate demagogicamente in pompa magna, tentano sic et sempliciter di distogliere l’attenzione – peraltro senza grandi risultati- dalle pesanti criticità che attanagliano l’azienda regionale di trasporti su gomma, ridotta in stato comatoso dall’inefficienza gestionale targata Colaceci-Giana. Licenziamenti ambigui, consulenze esterne e assunzioni discutibili, trasparenza amministrativa sotto zero, bus a fuoco, ritardi, disservizi, tagli di linee e cori di proteste da tutto il territorio regionale. Questo, ahìnoi, il triste presente di Cotral: una serie infinita di inefficienze e ambiguità, perpetrata dall’imbarazzante operato del presidente e dell’amministratore delegato. Che, insieme al governatore del Lazio, preferiscono nascondersi dietro inutili trionfalismi  e continuare a prendere in giro i già bistrattati pendolari della nostra regione. Ma i nodi – conclude Palozzi – verranno presto al pettine”.

AURIGEMMA: “AMMINISTRAZIONE ZINGARETTI FUORI DALLA REALTA'”

“Ma l’amministrazione Zingaretti è fuori dalla realtà? E’ a dir poco paradossale quanto affermato dal governatore e dai vertici Cotral. Mentre esternano dichiarazioni, con il solito inopportuno trionfalismo, vorremmo ricordare – dichiara il capogruppo di Forza Italia Antonello Aurigemma – loro che i veri “tagli”, l’azienda li ha effettuati – in questi tre anni – sui servizi di trasporto. Tutti si ricordano ancora le proteste dello scorso inverno da parte di amministratori locali, sindaci, genitori, utenti sulle criticità dovute al nuovo orario.

E’ inutile che la Regione si nasconda dietro l’evidenza: troppo spesso ci sono disagi e disservizi incontrati dai pendolari (studenti e lavoratori), che vivono un’odissea per recarsi sul proprio posto di lavoro e di studio. Oggi, si annuncia l’arrivo di 340 nuovi bus: noi attendiamo di vedere i mezzi su strada, visto che un’altra caratteristica di questi anni è stata quella di lanciare promesse per poi disattenderle. Il trasporto pubblico resta un altro dei fallimenti di quest’amministrazione regionale. E’ sufficiente recarsi un giorno sulle tratte più frequentate dagli utenti, viaggiare con loro: solo cosi Zingaretti e Cotral si renderanno davvero conto della situazione, che non è quella da loro immaginata” conclude la nota di Aurigemma.

Print Friendly, PDF & Email