Inaugurata mostra pittorica sul post impressionismo russo a Grottaferrata

0
1526
mostra
Mostra pittorica post impressionismo russo a Grottaferrata
mostra
Mostra pittorica post impressionismo russo a Grottaferrata

Lo scorso Sabato 12 Luglio, presso i locali del Ristorante e Vineria “L’Asino d’Oro” di Via Verdi, 8 a Grottaferrata è stata inaugurata la Mostra pittorica dedicata agli artisti post impressionisti russi o dell’arte nascosta, le cui opere provengono alla Galleria Pirra di Torino, dal 1971 in attività. Sono esposti e si possono ammirare fino al prossimo 23 Luglio i quadri di Leonid Vaichlia, Georgij Moroz, Boris Mikhailovich Lavrenko, Nadezhda Vorobieva, Nikolaj Latyshenko, Gleb Savinov, Olga Bogaevskaja, Maya Kopitzeva e Andrey Ovcharov. La mostra osserverà il seguente calendario: da Martedì a Venerdì h. 17-20; Sabato e Domenica h. 11-13 e h. 17-21.

L’inaugurazione della mostra è avvenuta nel tardo pomeriggio di Sabato 12 Luglio alla presenza della curatrice Maria Adelaide Cartosso, del Sindaco Giampiero Fontana, del Vice Sindaco Gianluca Paolucci e di tutti i cittadini intervenuti, i quali hanno potuto godere anche di un aperitivo offerto dal ristorante ospitante la mostra.

La mostra pittorica coinvolge la generazione di importanti artisti russi nata fra gli anni Venti e Trenta, attiva in un periodo storico che aveva praticamente cancellato i rapporti con l’Occidente ma capace altresì di instaurare una continuità pittorica dalla tradizione francese della pittura en plein air impressionista alla contemporaneità.

Le opere selezionate dalla Galleria Pirra hanno in comune la predilezione per soggetti di vita quotidiana, paesaggi e nature morte di grande suggestione emotiva. Il riconoscimento del valore di questi artisti da parte di un sempre più vasto pubblico trova conferme continue sul mercato internazionale ed in numerose e prestigiose pubblicazioni.

I locali dell’”Asino d’Oro” ospiteranno a seguire, dal 24 al 31 Luglio, le opere di Mario Ricci, cinquantaduenne pittore e scultore di Genazzano. L’artista propone delle composizioni ordinate e geometriche dai contorni perfetti che lasciano intravedere forme che sembrano forzare la tela fin quasi a lesionarla.