Incendio nella notte tra il 19 e il 20 agosto ad Ardea

Le reazioni dopo l'incendio che tra mercoledì 19 agosto e giovedì 20 ha interessato un deposito di pneumatici usati rutulo

0
282
piazza ardea
Piazza del Comune di Ardea, nel litorale romano.

Le reazioni dopo l’incendio che tra mercoledì 19 agosto e giovedì 20 ha interessato un deposito di pneumatici usati rutulo

INCENDIO ARDEA, AURIGEMMA-NEOCLITI (FDI)”SERVONO CONTROLLI PIÙ MIRATI DA PARTE DELLE STRUTTURE PREPOSTE”

“Siamo davvero preoccupati per l’incendio divampato nella notte ad Ardea, in un deposito di pneumatici usati. Purtroppo, non è la prima volta che avvengono simili episodi in queste zone. Basti ricordare quanto è successo circa una settimana fa alla Loas di Aprilia, senza dimenticare il disastro di qualche anno fa alla Eco X di Pomezia.

Queste sono situazioni che mettono a serio rischio la salute della cittadinanza, e  allo stesso tempo creano gravi problemi anche all’agricoltura e all’ambiente. Di fronte a queste realtà, naturalmente ciò che appare evidente è la mancanza di un controllo profondo da parte delle strutture preposte, come la Asl e l’Arpa. Anche perché, a quanto risulta, il sito odierno ad Ardea già nei mesi scorsi era stato oggetto di un principio di incendio. Dunque, crediamo che la regione e gli enti competenti debbano attivare tutte le procedure adeguate, sia di prevenzione che di controllo, al fine di mettere in sicurezza questi depositi e tutelare contemporaneamente anche le comunità e i territori”

Lo dichiarano in una nota il consigliere di Fratelli d’Italia della regione Lazio Antonello Aurigemma e la consigliera comunale di Fratelli d’Italia ad Ardea Raffaella Neocliti.

“Aggiornamento – Incendio ad Ardea: brucia un deposito di pneumatici in via di Valle Caia. Le indicazioni della ASL
In merito all’incendio che ha coinvolto nella notte un deposito di pneumatici in via di Valle caia (Ardea) con il conseguente sviluppo di una nube di fumo che sta interessando diverse aree circostanti dei Comuni di Ardea, Pomezia, Anzio e Nettuno, in via precauzionale, a tutela della salute pubblica ed in attesa che si definisca l’effettivo profilo di rischio per i cittadini, la ASL RM 6 invita i cittadini ad applicare le seguenti misure di cautela:
– mantenere chiuse le finestre di abitazioni, uffici, strutture sanitarie e socio-assistenziali;
– non raccogliere prodotti ortofrutticoli in loco e assicurare in ogni caso un preliminare e accurato lavaggio degli stessi con acqua corrente potabile, prima del consumo;
– effettuare con acqua il lavaggio delle superfici esterne possibili siti di accumulo di polveri, evitando che i getti possano risollevare in aria le stesse;
– provvedere alla sostituzione/pulizia dei filtri e condotte degli impianti di condizionamento dell’aria.
Ulteriori diverse indicazioni saranno tempestivamente fornite sulla scorta degli accertamenti condotti dagli enti preposti”. Ne da notizia lo Staff del sindaco pometino Zuccalà.
Print Friendly, PDF & Email