Incontri, Carlo Eufemi “40 anni fa più competenza”

Con questa prima intervista a Carlo Eufemi inizia una serie di incontri con i protagonisti della politica locale delle città di mare a Sud di Roma 

0
894
eufemi
eufemi

Con questa prima intervista a Carlo Eufemi inizia una serie di incontri con i protagonisti della politica locale delle città di mare a Sud di Roma 

eufemi
eufemi

Incontri: Carlo Eufemi

“40 anni fa più competenza. Oggi la politica locale non premia gli appassionati e preparati”

Con questa prima intervista a Carlo Eufemi, preside di 64 anni, un passato da docente di educazione fisica nelle scuole medie del Litorale e da vice-sindaco e assessore al turismo di Nettuno negli anni ‘80 e da sindaco di Ardea nei primi anni 2000, inizia una serie di incontri con i protagonisti della politica locale delle città di mare a Sud di Roma di quella che era la “Prima Repubblica” ( o come nel caso di Eufemi, anche protagonisti della “Seconda”) e sulla loro visione su quello che è adesso fare politica”;

Professor Eufemi, lei è stato negli anni ‘80 il leader del Psi nettunese e in qualche maniera è stato l’equivalente di quello che fu Nicolini per Roma negli anni ‘70, ovvero l’inventore di una “Estate Nettunese” che a livello culturale non aveva nulla da invidiare a quella della Capitale. Che ricordi ha di quella esperienza?

incontri_eufemi
Incontri Eufemi

Intanto da quando iniziai a fare il consigliere comunale sono passati 40 anni. Il mio primo Consiglio Comunale a Nettuno si svolse il 4 agosto 1980, a distanza di soli due giorni dalla Strage alla Stazione di Bologna. E fu proprio quello l’argomento del mio primo intervento nell’assise consiliare. Allora parlare di cose “alte” era  una cosa normale anche a livello locale. Cercammo con quella rassegna di portare Nettuno sulla ribalta internazionale. Conciliando musica colta con musica pop, teatro e cinema.  Portammo Stevie Wonder e gli Spandau Ballet ma anche Severino Gazzelloni e Lina Sastri. Preparammo un documento di pianificazione per il turismo che è ancora attuale. L’idea era di portare la città del Tridente a vivere una stagione intensa e costruire una immagine nuova. In questo contesto anche lo sport con i grandi successi del Nettuno Baseball aveva il suo grande ruolo”; 

Facciamo un paragone tra il modo di fare politica locale di allora e quello di oggi e i problemi del litorale di 40 anni fa e quelli di oggi, che differenze trova?

incontri_eufemi
Incontri Eufemi

Vi era l’idea, figlia del concetto di politica tipico dei partiti di massa che reggevano le sorti dell’arco costituzionale, che le decisioni che come consiglieri, assessori o sindaci si prendevano, non venissero da colpi di testa improvvisi ma da un processo decisionale democratico in cui le sezioni di partito avevano un grande ruolo. Ci si scontrava con gli avversari politici ma non si andava sul “personale”. Oggi invece mi pare che la politica sia fatta a livello locale di battitori liberi, di “uomini-partito”, nel senso che ogni consigliere comunale si comporta come se fosse un partito a parte. Questo non aiuta a fare un sereno dibattito politico.  Io onestamente preferisco la politica di ieri, rispetto a questa di oggi. Dico solo che quando si entrava in Consiglio Comunale si entrava per imparare mentre oggi vedo tanti esordienti sugli scranni pronti a fare  i “tuttologi”;

Dove abbiamo migliorato e dove abbiamo peggiorato?

incontri_eufemi
Incontri Eufemi

Si è fallito nella pianificazione urbanistica. Abbiamo immaginato che i nostri territori potessero ospitare nuovi insediamenti, nuove popolazioni all’infinito immaginando che l’equazione sviluppo edilizio uguale ricchezza dei territori fosse l’unico risultato esatto e valido.  A lungo andare però questo ha danneggiato il turismo. Anzio e Nettuno sono poli importanti di flussi turistici ma non vi è nessuna pianificazione. Vi è solo una attrattiva molto spot,basata su suggestioni o su episodi  ma non vi è una industria culturale e turistica vera e propria. Manca una rete tra i comuni di Anzio, Nettuno, Ardea e Pomezia e questa mancanza di collaborazione ci ha fatto perdere molte occasioni”;

L’emergenza Covid ci lancia sfide e forse una serie di occasioni per ripartire da zero. Questo vale anche per i comuni di Anzio, Nettuno, Ardea, Pomezia. Che  cosa andrebbe fatto adesso per rilanciare questo Litorale “esteso”?

incontri_eufemi
Incontri Eufemi

Nei prossimi 5 -10 anni bisognerebbe trovare il modo di investire su: a) Formazione; b) Cultura; c) Ambiente.  Sono tre temi forti, tre capisaldi per la costruzione di nuove classi dirigenti in ogni settore, politico, associativo, economico. Abbiamo bisogno di una sensibilità trasversale che ci aiuti a colmare gap con realtà che ci hanno superato in termini ricettivi ma che hanno molti meno ingredienti di noi per fare un turismo di qualità. Noi, possiamo e dobbiamo  fare un turismo di qualità. Bisogna “ricucire” i territori e fare si che la parte migliore della società ritorni a fare politica. Oggi nei nostri territori questa parte sta fuori dall’agone politico. Correndo il rischio di lasciare ad altri “attori” ben peggiori un ruolo da protagonisti nelle decisioni e sul futuro delle nostre città”.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email