Interruzione linea Ciampino-Albano, Comune di Marino chiede garanzie

0
1411
Treno
Treno
Treno
Treno linea Roma Velletri

La linea ferroviaria, Ciampino-Albano, che transita per la stazione di Marino sarà interrotta dal prossimo 18 luglio al 5 settembre.

Lo ha reso noto, attraverso una comunicazione ai sindaci di Albano, Marino e Ciampino, la Divisione Passeggeri regionale di Trenitalia.

Motivo della sospensione i lavori di potenziamento dell’infrastruttura che consentiranno il completamento dei lavori già avviati per innalzamento marciapiedi e costruzione pensiline nella stazione di Marino, nonché per aumentare la lunghezza dei marciapiedi e binari della stazione di Albano, al fine  di consentire l’accesso ai treni con maggiore composizione (5 vetture rispetto alle 4 attuali)” si legge nella comunicazione diramata dall’azienda.

Trenitalia, in accordo con la Regione Lazio, ha elaborato un programma di servizi sostitutivi che colleghino le località, interdette temporaneamente al servizio ferroviario, con Ciampino, da cui originerà il servizio ferroviario per Roma.

“Si tratta di un periodo di interruzione davvero lungo che certamente, nonostante la piena stagione estiva con cui è coinciso, si farà sentire. Auspichiamo che le navette che saranno messe a disposizione da Trenitalia sopperiscano davvero in pieno, garantendo puntualità e chiarezza nell’illustrazione delle fermate sostitutive” dichiara l’assessore ai Trasporti della Città di Marino, Mauro Catenacci.

“A questi interventi sui marciapiedi e sulle pensiline – aggiunge il vicesindaco Fabrizio De Santis – si aggiunge la questione dei lavori all’esterno della stazione, sempre in carico a Trenitalia, che da oltre un anno hanno tolto dalla disponibilità dei cittadini una importante area di parcheggio, nello specifico quella immediatamente più prossima alla stazione ferroviaria stessa che, in questo caso, poteva essere utile anche per far sostare il bus sostitutivo e favorire la salita e la discesa in sicurezza degli utenti Trenitalia di Marino”.

“Se certamente – dice ancora il vicesindaco – come chiesto espressamente Trenitalia, ci allerteremo con il dirigente della Polizia Locale per favorire al meglio la gestione e il passaggio in città del servizio bus sostitutivo, altresì non possiamo che augurarci la velocizzazione e il completamento dei lavori nel piazzale della stazione, così da riavere a settembre uno scalo ferroviario pienamente efficiente e degno di questo nome”.

Print Friendly, PDF & Email