La Carlisport vince la prima sfida playoff contro la Paolo Agus

0
1337
Innova Carlisport Ariccia
INNOVA cARLISPORT aRICCIA fUTSAL CONTRO LA Paolo Agus.

L’Innova Carlisport non siaccontenta. In tanti pensavano che il quinto posto (valsa la qualificazione ai play off) potesse essere un traguardo “definitivo” per i ragazzi di mister Mauro Micheli. Invece la gara d’andata del PalaKilgour contro la Paolo Agus (fresca vincitrice della Coppa Italia di categoria) ha dimostrato che gli ariccini vogliono giocarsi fino in fondo tutte le proprie carte anche al cospetto di una corazzata come quella sarda che dichiaratamente punta alla promozione in serie A2. L’Innova Carlisport gioca una partita praticamente perfetta, se si eccettua le poche occasioni concesse al forte avversario che infatti ne sfrutta tre. La prima al minuto 8 della
prima frazione con Pereira che, in seguito a una palla persa in “uscita pressing”, brucia Vailati con un preciso rasoterra. Il palo di Lippolis al 15′ segna la riscossa dei padroni di casa, abili anche a resistere in inferiorità numerica dopo l’espulsione (molto fiscale per non dire eccessiva) dello stesso Lippolis per un fallo su Beto. Resiste e poi colpisce, la squadra di mister Mauro Micheli: minuto 19, netto fallo di mano ospite al limite. E’ il sesto
fallo, Borsato calcia un “tiro libero ravvicinato” e non sbaglia.1-1, ma l’intervallo non spezza i ritmi ariccini. Avvio di ripresa: un lungo lancio premia Rugama che non si scompone davanti alla “montagna” Zanatta. “Cucchiaino” delizioso e 2-1 ariccino. Al 4′ l’altra grossa ingenuità dei padroni di casa: stavolta è Richartz, autore di una splendida gara, a regalare una rimessa laterale a Serpa che fa 2-2. Quattro minuti più tardi lo stesso Richartz, sempre da rimessa, pesca Borsato sul secondo palo: gol di testa “calcistico” ed esultanza del 3-2. Non passano nemmeno due minuti, però, che gli ariccini si addormentano su un corner: Pereira li brucia e sigla il 3-3. Finita? Nemmeno per sogno, neanche dopo la traversa di Borsato dopo un numero pazzesco al 14′. A un minuto e trenta dal termine, infatti, è lo stesso pivot brasiliano (autore di una prestazione davvero micidiale) a sfruttare un assist di Rugama e beffare Zanatta per il definitivo 4-3. «Il girone di ritorno aveva un senso, evidentemente» ha commentato a fine match Daniel Taloni. «L’Innova Carlisport – ha continuato il capitano – è inferiore a poche squadre e oggi lo abbiamo confermato. Il ritorno (martedì prossimo in terra sarda, ndr) sarà durissimo, lo dovremo giocare su un campo difficile e contro una squadra molto forte. Ma noi ci proveremo, non siamo stufi di allenarci».