La marea verde/blu dell’Appia Rugby travolge Ftgi Reathyrus Rugby di Rieti

Appia Rugby 41 – Ftgi Reathyrus 29, questo è il risultato finale dopo la terza partita e altrettante vittorie del sodalizio del tecnico D'Auria e del presidente Scaringella 

0
216
gianni
gianni
mischia
mischia

“La marea verde/blu dell’Appia Rugby travolge Ftgi Reathyrus Rugby di Rieti

Appia Rugby 41 – Ftgi Reathyrus 29

Tre partite ufficiali, programmate dalla Federazione Italiana Rugby, e altrettante vittorie per la neonata squadra che si allena all’ombra degli acquedotti romani. L’Appia Rugby si è imposta sulla squadra di Rieti per 41 a 29 al Campo degli Acquedotti, nella partita giocata domenica 20 giugno. «Abbiamo affrontato – spiega il tecnico Eugenio D’Auria – una squadra che militava ai vertici del campionato di C1 prima della pandemia, con un gruppo di giocatori che ha iniziato a giocare insieme solo dopo i vari lockdown e che avrebbe dovuto affrontare quest’anno un campionato di C2, il risultato non era assolutamente scontato e conferma il buon lavoro fatto anche nei mesi più difficili della crisi sanitaria, dove è stata intensa la preparazione fisica ed atletica. Voglio a tal proposito – aggiunge il tecnico appino –ringraziare il preparatore atletico, Emanuele Franchi, che ha dato anima e cuore nel suo lavoro».

La serata si è trasformata in un grande momento di festa grazie anche al rinomato terzo tempo degli acquedotti, «sono particolarmente soddisfatto – afferma il presidente, Massimiliano Scaringella – per l’organizzazione faccio i miei complimenti ai dirigenti accompagnatori, Cristina Bizzarri e Paolo D’Addetta, e per il risultato agli atleti e agli allenatori, è stata una bella prova di carattere contro una compagine più esperta. Siamo molto giovani – aggiunge – e abbiamo un enorme margine di miglioramento. La cosa più bella – conclude – è vedere molta gente a tifare Appia fuori dal campo nonostante la concomitanza con la partita della Nazionale di calcio; queste persone sono state ripagate dal gioco dei ragazzi, che hanno messo molto cuore nella prestazione agonistica».

Nel quadrante sud di Roma sembra essersi strutturata una realtà sportiva ormai in grado di viaggiare a gonfie vele e, stando ai numeri del Mini Rugby, in un futuro sempre più prossimo potrebbe contendere il palcoscenico alle più blasonate società capitoline”. Lo rende noto l’Area Comunicazione dell’Appia Rugby.

gianni
gianni
Print Friendly, PDF & Email