La prossima tournee dei Vernice riparte da Lanuvio il 7 luglio

0
5929
vernice
il gruppo musicale de “I Vernice”

Con  “L’importante è sognare”  torna   in scena la musica i “Vernice” a favore della vita.

La band ospite il 7 luglio alla XIV Edizione Torre D’Oro a Lanuvio .

Dopo lo strepitoso successo della quinta edizione  di  “Rock per un bambino”, con “Atto secondo”  torna  in scena   la musica dei “Vernice”.

Al via la tournée   della  rock band castellana, già vincitrice di tre Festival Bar,  che con il nuovo singolo “L’importante è sognare“ sarà ospite   il 7 Luglio    alle   20 30  alla  XIV edizione Torre D’Oro,concorso musicale per voci nuove, a Lanuvio (Roma). Con loro, presenti anche  al tavolo della giuria,  il produttore artistico Pierluigi  Germini.

Il viaggio in musica della  band intrapreso ormai  da qualche anno a favore dell’Ospedale Pediatrici Bambino Gesù  prosegue ancora sul palco del Festival di Castrocaro (il 6 a Benevento, il 10  a Medolla -Modena  e l’11 ad Ancona) quali vincitori    del  premio   Hit 2013.

Sulle note di vecchi e nuovi successi i Vernice saranno di nuovo  in scena al Baby Voice – il 5 luglio a Servigliano di Ancona  ed il 28  a San Mauro Pascoli in occasione di  “Miss Mamma Italiana“. Dieci splendidi inediti  per  “Atto Secondo”, l’ultimo album in uscita a Settembre, che si avvale della produzione artistica di Pierluigi Germini,  dell’etichetta discografica della GGD srl ed  è  distribuito dalla Sony Scritti da  Luca Gudagnini (vocalist del gruppo)  i brani  sono stati magistralmente messi in musica  da   Enzo Alberigi (bassista e arrangiatore live), Pino Bastianelli (chitarrista),  Marco Abbatini (batterista e fondatore del gruppo dagli anni ’90).    ritmo di note e melodie prosegue  così il progetto avviato, dai  Vernice a favore dei più piccoli. Dal 2009 i quattro musicisti  In collaborazione con l’Associazione Aurora Music    sonoinfatti,  ideatori e promotori  di “Rock per un Bambino”, la manifestazione di spettacolo e beneficenza grazie alla quale sono stati devoluti, sino ad oggi, nelle casse dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù  un totale di cinquantamila euro, denaro impiegato per l’acquisto di un sofisticato respiratore Nava.