Lavoro, aperto il bando Formazione e Lavoro 2021

La Camera di Commercio di Roma indice il bando Formazione e Lavoro a sostegno del rilancio del tessuto economico locale

0
180

Lavoro, aperto il bando Formazione e Lavoro 2021

La Camera di Commercio di Roma indice il bando Formazione e Lavoro a sostegno del rilancio del tessuto economico locale

La Camera di Commercio di Roma ha deciso di indire il bando Formazione e Lavoro 2021 per sostenere le aziende del territorio di competenza e il livello occupazionale, con il supporto finanziario per il rilancio delle attività e l’acquisizione delle competenze necessarie a ripartire.

Questo strumento messo in campo dall’ente camerale della capitale ha il chiaro obiettivo di correre in aiuto alle micro, piccole e medie imprese dell’ambito territoriale di riferimento, per prestare la sua opera per stare al fianco delle realtà imprenditoriali che si trovano ora nella delicata fase di ripresa post pandemia. Inoltre, gli sforzi si concentrano anche sul favorire l’acquisizione di nuove competenze necessarie a superare il lungo periodo critico dettato dalle situazioni contingenti.

Il riferimento è in particolare alle cd. “soft skills”, ossia le competenze trasversali (ad es. empatia, capacità di lavorare in gruppo, dimestichezza con comunicazione digitale ecc…) la cui importanza è sempre più importante in combinazione con le capacità professionali proprie del tipo di mansioni da svolgere (cd. “hard skills”). Una mescolanza di saperi sui quali il tradizionale tessuto economico italiano, costituito per oltre l’80% da PMI, si trova a dover fronteggiare un ritardo in termini di programmi della formazione professionale.

Secondo le previsioni occupazionali nel periodo 2019 – 2023 contenuti nell’annuale rapporto Excelsior stilato da Unioncamere e Anpal (Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro), si stima che entro il 2022 saranno richiesti 2,5 milioni di nuovi occupati, fra dipendenti e autonomi, e oltre il 70% di questa forza lavoro dovrà possedere competenze di alto valore tecnico scientifico; un punto sul quale scontiamo un gap rispetto al resto d’Europa, che porta molte persone a lavorare in Italia ricoprendo ruoli multidisciplinari nel settore informatico e dell’automazione industriale.

Ecco che in questa direzione si muove il bando Lavoro e Formazione 2021, distinguendo due linee di intervento: inserimento di risorse umani funzionali al rilancio produttivo (Linea A), formazione delle competenze per gestire l’emergenza e il rilancio produttivo (Linea B). I richiedenti devono avere una dimensione aziendale che va da micro media, iscritti al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio di Roma ed essere in regola con i pagamento, i dirigenti devono avere pieni poteri.

I contributi possono coprire fino al 70% delle spese sostenute (al netto dell’Iva) per tirocini, apprendistato o contratti sottoscritti a partire dal 1 aprile 2021 e per attività formative coerenti con il bando. I voucher devono essere richiesti solo via Internet, apponendo la firma digitale dell’impresa interessata, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco Infocamere – Servizi e-gov; il termine di chiusure del bando sono le ore 14:00 del 30 luglio 2021.

Un tassello della ripresa che va a rafforzare la fase di partenza, per la quale giocano un ruolo strategico anche le opere pubbliche e i nuovi interventi di manutenzione stradale

Print Friendly, PDF & Email