Luci ed ombre a Marino per Corti Senza Frontiere

0
1022
marinopanorama
Marino
Marino
Comune di Marino

APPUNTAMENTI – E’ un incontro tra passato e futuro, luce e buio quello in programma da venerdì 8 a domenica 10 novembre a Marino. Tre giorni ricchi di emozioni e sensazioni denominati «Ne ho viste cose» organizzati da DualFest013 nel contesto di «Corti senza Frontiere», rassegna internazionale del cortometraggio proposta dalle associazioni «Senza Frontiere onlus» e «New Movie Club» presiedute da Luciano Saltarelli e Alessandra Battaglia. L’evento è patrocinato da Palazzo Colonna tramite gli assessorati alla Cultura e alle Attività produttive coordinati da Arianna Esposito e Giuseppe Bartolozzi.

Inserito nel contesto del Festival dei Corti, prenderà il via venerdì 8 novembre con la «Cena al buio» presso la sede dell’ACUTA in piazza Daniele Manin 8 (zona Castelletto). «In un ambiente completamente oscurato, accompagnati da persone non vedenti che li guideranno nel percorso – fa sapere Fabio Massi presidente di Acuta – i partecipanti all’iniziativa prenderanno parte ad un dialogo nel buio, un’esperienza di vita unica nella quale il tatto, l’udito, l’olfatto e il gusto verranno esaltati al massimo per sostituire la vista. Già praticata in altri Paesi del mondo e nella Capitale – informa – è un’opportunità che abbiamo voluto portare anche a Marino, un percorso multisensoriale fuori dal comune che insegna a vivere le vite degli altri, in questo caso i ciechi, che seguiranno gli ospiti anche a tavola dove, in completa sicurezza, li serviranno. Un’occasione nella quale sentire anziché vedere e dove le percezioni del mondo dei non vedenti sono il punto di partenza per imparare, capire e scoprire che sensazioni e comunicazione sono intensificate in assenza di luce».

Sabato 9 novembre l’appuntamento è con la luce delle immagini dei cortometraggi proiettati nel Museo del Cinema di piazza Lepanto. Partendo dalle 18 e fino alle 22, in scena «Il lungoCorto», Corto Stream per il DualFest013.

Subito dopo «Il presente è il sottile confine tra Passato e Futuro» con Corti Selezionati da Archivio DualFest. Seguirà «Racconta il film», proiezione di corti locali girati a Marino e Castelli Romani tra i quali «San Valentino era single»,  «Insetti» di Elio Penna, «Anima_igdo rx» di  cloutzcut , «Soapopia» Puntata 1 e 2 di Candida TV, «Ambleto al Comitato» di Andrea Croci, «Manco a li cani» di Alessandra Baffi – Malahora Cineclub.

Quindi i Corti Globali, con filmati girati nei paesi vicino lontani tra i quali «Il gabbiano vola alto» di Radioeclissi, «NOMOS» di: Andrea Gadaleta Caldarola e Corti Selezionati da Archivio DualFest come «Autoginnastica»  di Complesso/Performa. Chiuderà «In tempo presente», corto girato durante la visita guidata all’interno del Barco Colonna di via Ferentum.

Passeggiata con Narrazione e FotoRelax per domenica 10 novembre (ore 19) quando Ingrato Compito a.k.a. Fabio Massi presenterà «Sono un albero a forma di nuvola» realizzato in collaborazione con Alpinismo Orizzontale. Quale base il materiale e le informazioni raccolte domenica 3 novembre scorso nel percorso attraverso il Santuario dell’Acquasanta e il Barco Colonna Marino, realizzato in collaborazione con il Museo Civico «Umberto Mastroianni».

In programma SlideShow (foto relax) con musica e aperitivo nella sede dell’Acuta. Alle ore 19.30 Studio per un Remix Narrativo Sequel della storia di Blade Runner  «Anche gli androidi coltivano alberi virtuali?» sempre presso la sede ACUTA.(info Fabio Massi 340.3388364)

«Ancora tre appuntamenti con una manifestazione come la Rassegna Internazionale del Cortometraggio che ha visto la presenza di ospiti di rilievo del mondo della cinematografia e ottimi consensi – dicono gli assessori Esposito e Bartolozzi-. Solo un primo passo verso un percorso che vedrà il Mak Film, la Casa degli Autori, vivere nel pieno la sua vocazione artistica e culturale divenendo teatro di eventi e incontri. Oltre al Museo Civico, già sede di occasioni culturali, musicali ed artistiche, il Museo del Cinema di Marino diverrà veramente il luogo dove la Settima Arte troverà la sua casa. Un grazie per la preziosa collaborazione alle associazioni culturali Senza Frontiere onlus, New Movie Club e Acuta e DualFest013 oltre che al Museo Civico Umberto Mastroianni.

Print Friendly, PDF & Email