Meta Magazine celebra il Giorno del Ricordo con gli studenti dei Castelli Romani

0
1184
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale
Palazzo Savelli
Il palazzo comunale di Albano Laziale

Avendo il desiderio che nella nostra città si consolidasse negli anni la tradizione di celebrare al meglio il Giorno del Ricordo, in onore delle vittime delle Foibe e degli esuli Italiani di Istria, Fiume e Dalmazia, lo scorso anno, questa testata giornalistica, unitamente all’Associazione di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio e la Società di Studi Fiumani, organizzò un convegno aperto a tutti i cittadini, in cui si sono approfonditi i temi e le vicende attorno al confine orientale d’Italia nel secolo scorso, nel centenario della scesa del nostro Paese nel primo conflitto mondiale.

Sulla scorta dell’attenzione e del consenso ricevuto da quell’iniziativa, quest’anno replichiamo rivolgendoci però principalmente alle scuole superiori del territorio. Con il patrocinio del Comune di Albano Laziale e della Regione Lazio, in collaborazione con l’Associazione di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio, la Società di Studi Fiumani e l’Archivio Storico del Museo di Fiume di Roma, giovedì 21 Gennaio e mercoledì 3 Febbraio, dalle ore 9:30 alle 11:30, presso la Sala Nobile di Palazzo Savelli in Albano Laziale, terremo una due giorni di approfondimento e dialogo con i giovani ed alcuni dei protagonisti di quella storia per decenni misconosciuta.

Nella mattinata del 21 Gennaio, si proporrà agli studenti un momento di approfondimento sulle vicende storiche e le origini degli insediamenti italiani lungo il nostro confine orientale, con particolare attenzione ai fatti del ‘900, dal primo conflitto mondiale, sino alla stipula dei trattati internazionali del secondo dopoguerra. Il relatore di questo primo incontro sarà il Dott. Marino Micich, Presidente dell’Ass. di Cultura Istriana, Fiumana e Dalmata del Lazio.

Il secondo incontro (3 Febbraio) sarà invece incentrato sul tormentato percorso che ha portato il Parlamento della Repubblica nel 2004, ad approvare quasi all’unanimità, la legge istitutiva del Giorno del Ricordo, fissato nel 10 Febbraio di ogni anno. A discuterne con gli studenti saranno le testimonianze dirette di un esule, il Sig. Claudio Smareglia e dell’On. Roberto Menia, promotore e primo firmatario della legge sul Giorno del Ricordo.

Molti gli istituti scolastici dei Castelli Romani che hanno voluto rispondere all’appello di Meta Magazine e che parteciperanno con proprie rappresentanze alla due giorni: l’Istituto Leonardo Murialdo, l’Itc Antonio Gramsci, l’Istituto Superiore Sandro Pertini e l’Istituto di Formazione Formalba. Al termine degli incontri gli studenti saranno chiamati a produrre un elaborato sulle tematiche trattate, il migliore dei quali, selezionato dai promotori dell’iniziativa, sarà premiato con una visita guidata al quartiere Giuliano-Dalmata di Roma ed all’Archivio Storico del Museo di Fiume di Roma.

Agli incontri saranno presenti tra i rappresentanti delle istituzioni locali il Sindaco di Albano Laziale Nicola Marini e l’Assessore alla Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili di Albano Alessandra Zeppieri.

Il miglior modo per tramandare e curare la memoria è raccontarla, ecco perchè abbiamo voluto proporre questo progetto principalmente ai giovani. Le vicende del nostro confine orientale, per troppi anni celate o travisate dalle Istituzioni e dalla storiografia ufficiale, per vari e convergenti interessi, ci parlano di un pezzo importante della nostra storia Patria, senza la cui conoscenza non si può parlare di una piena e condivisa unità ed identità nazionale. In tempi di migrazioni in cui il tema dell’integrazione assume centralità nella nostra società, conoscere il vissuto di chi da esule si è sentito ed è stato per decenni considerato, “straniero in Patria”, rappresenta una chiave di lettura importante e quantomai attuale.

Print Friendly, PDF & Email