Nemi Coronavirus, Cortuso e Corrieri attaccano Bertucci

"Nemi, senza servizi per la popolazione per mancanza di una Giunta legittima, il numero verde c'è, ma i cittadini non possono ricevere assistenza"

0
779
corrieri_cortuso
Corrieri e Cortuso

Dura nota dei consiglieri comunali Carlo Cortuso e Patrizia Corrieri:

“NEMI, SENZA SERVIZI PER LA POPOLAZIONE PER MANCANZA DI UNA GIUNTA LEGITTIMA. IL NUMERO VERDE C’È MA I CITTADINI NON POSSONO RICEVERE ASSISTENZA

Di fronte a questa pandemia la popolazione di Nemi è completamente abbandonata. In tutti i comuni dei Castelli Romani Sindaci e assessori sono a lavoro per supportare la popolazione di fronte a questa emergenza sanitaria da COVID-19 con iniziative di solidarietà, buoni spesa e servizi psicologici. A Nemi abbiamo il paradosso di assessori che pubblicizzano servizi che però non possono partire solo sulla carta perché la Giunta non c’è e non può avviarli.

Quello a cui stiamo assistendo a Nemi è qualcosa di vergognoso e ingiustificabile. Sono settimane che la Giunta non ha il numero legale per poter deliberare, da quando, cioè, la consigliera Edy Palazzi si è dimessa da vicesindaco e ha restituito le deleghe di assessore. Eppure nonostante questo il nostro sindaco continua a farlo, producendo delibere che non hanno alcun valore e che saranno facilmente impugnate.

Lo abbiamo denunciato già dal 20 marzo presentando una mozione in cui richiedevamo l’immediato ritiro di tutte le delibere illegittime e il ripristino della Giunta Comunale. Ma adesso il problema si fa ancor più serio.

È iniziata lunedì la campagna “Insieme ce la faremo”, che riunisce i comuni di Ariccia, Castel Gandolfo, Genzano di Roma e Nemi per la consegna dei pacchi alimentari e altri servizi, grazie ai finanziamenti stanziati da Stato e Regione. Ebbene in tutti i comuni il servizio è partito tranne che a Nemi. Motivo? La Giunta del comune di Nemi ancora non ha deliberato. Sapete perché? Perché nella delibera bisogna iscrivere a bilancio i finanziamenti e quindi bisogna fare una variazione di bilancio, che, in virtù dell’emergenza COVID 19, può non passare dal consiglio comunale, ma deve essere, per l’appunto, deliberata in giunta.

Noi a Nemi , attualmente, non abbiamo una giunta con il numero legale minimo che possa farlo. Ci chiederete e ci chiediamo, perché il Sindaco non nomina un assessore e ripristina la giunta? La verità è che Bertucci ormai è un uomo solo. Ha difficoltà evidenti a convincere qualcuno a immolarsi per fare l’assessore. E la cosa non ci sorprende.

Fare da stampella a un sindaco ormai abusivo vuol dire assumersi responsabilità che vanno oltre il normale mandato elettorale e di questo tutti ne sono coscienti. La sua maggioranza ormai nei fatti non esiste più.

Ma l’aspetto peggiore è che questo suo attaccamento ostinato alla poltrona sta mettendo in grave difficoltà decine di cittadini e l’intera Nemi. Prenda atto che in queste condizioni non si può continuare. Si dimetta per manifesta incapacità. Lo faccia subito!” lo dichiarano Carlo Cortuso e Patrizia Corrieri.

Print Friendly, PDF & Email