Novembre è il mese della prevenzione urologica

Al via uno screening urologico gratuito da parte dell'ospedale Regina Apostolorum di Albano Laziale

0
96
regina_apostolorum
Regina Apostolorum

Il mese di novembre è il mese dedicato alla prevenzione urologica. In Italia, secondo i dati della Società Italiana di Urologia (SIU), solo il 10-20% degli uomini si sottopone a una visita di prevenzione contro oltre il 50-60 per cento delle donne di pari età. Inoltre 9 maschi su 10 si sottopongono a visita medica solo se affetti da patologie gravi e sono estremamente reticenti a parlare delle proprie problematiche con uno specialista. Il Covid ha inferto un ulteriore arresto alla prevenzione: sempre più uomini, hanno rinunciato ai controlli sottovalutando i rischi.

Prostatite, infertilità, tumore della prostata, disfunzione erettile, ipertrofia prostatica benigna sono alcune delle patologie che interessano l’apparato genitale maschile, che, associate a stili di vita poco sani, possono incidere in modo importante sulla qualità di vita. La prevenzione è lo strumento più utile alla diagnosi precoce.

In questo contesto nasce la campagna di sensibilizzazione e di promozione alla prevenzione delle malattie urologiche promossa dall’Ospedale Regina Apostolorum, prestigiosa struttura sanitaria di Albano Laziale del gruppo Lifenet, punto di riferimento sul territorio.

Per tutto il mese di novembre, gli specialisti dell’Ospedale saranno a disposizione di tutti gli uomini dai 45 anni in su con visite urologiche ed esami del PSA gratuiti, previa prenotazione al numero 06.93.29.81.37, dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 18.

“Queste iniziative sono sempre importantissime per la popolazione e fondamentali per evitare lo sviluppo di problematiche che, se individuate in ritardo, possono costringere i pazienti ad affrontare trattamenti terapeutici più aggressivi – afferma Gabriele Coppa, Direttore Generale dell’Ospedale Regina Apostolorum. Dopo il successo del Progetto Seno dedicato alle donne abbiamo deciso questa volta di rivolgerci al pubblico maschile, ancora oggi riluttante nel sottoporsi alle visite e agli esami di prevenzione.”

L’esame del PSA (acronimo inglese che sta per: antigene prostatico specifico) è un prelievo di sangue eseguito per verificare il livello di PSA, una sostanza prodotta dalla ghiandola prostatica e che serve a rendere fluido il liquido seminale. La bontà del suo livello è il primo indice dello stato di benessere della prostata. La visita urologica non è né dolorosa, né invasiva e consente di anticipare la diagnosi di patologie spesso silenti e asintomatiche. In caso di anomalie emerse dalla visita o dalla valutazione dei valori del PSA, gli specialisti dell’Ospedale Regina Apostolorum potranno accompagnare il paziente lungo il percorso più adeguato che può prevedere l’osservazione, una terapia o l’esecuzione di approfondimenti dell’iter diagnostico.