Pirozzi lancia l’allarme sulla ricostruzione post terremoto nel Lazio

Il già Sindaco di Amatrice oggi Consigliere Regionale Sergio Pirozi presenta un Ordine del Giorno alla Pisana

0
337
pirozzi_grottaferrata
Sergio Pirozzi a Grottaferrata

”Ok il prezzo e’ giusto!!! Non stiamo parlando della nota trasmissione televisiva ma di un problema che se non sara’ risolto sancira’ il definitivo blocco della gia’ incerta ricostruzione del Centro Italia”. Usa una metafora televisiva, Sergio Pirozzi, gia’ sindaco di Amatrice oggi Consigliere Regionale del Lazio, per lanciare l’allarme a causa della discrepanza dei prezzari utilizzati per la ricostruzione, con le imprese che possono scegliere tra prezzario del cratere o quello regionale, e quello utilizzato per la realizzazione degli interventi con il Superbonus 110% (prezzario DEI). ”I PREZZARI DEI – spiega Sergio Pirozzi – sono 6 e ognuno (sezione) è dedicato a una specifica tipologia di lavori (Impianti Tecnologici, Nuove Costruzioni, Recupero Ristrutturazione Manutenzione, Urbanizzazione Infrastrutture Ambiente, Impianti Elettrici, Architettura Interior Design). Ogni sezione è aggiornata ogni 6 mesi. A causa dell’elevato costo delle materie prime, della poca offerta delle stesse rispetto alla domanda, e soprattutto dei prezzi enormemente più bassi per l’area del cratere, le imprese operanti nella ricostruzione sono in forte difficoltà, sia nel reperimento dei materiali, sia nel reperimento dei subappaltatori che nel generare un utile di impresa”. Pirozzi fa l’esempio dei prezzi applicati per il cappotto termico e per il ferro: l’acciaio in barre per armature di conglomerato cementizio, la Regione Lazio indica nel prezzario 1,23 euro/kg; il prezzario del 2021 sul Superbonus 110% 1,94/euro kg. Per l’Isolamento termico a cappotto di pareti esterne eseguito con pannelli in EPS spessore 140 mm, la Regione Lazio indica a 53 eruro/mq; il prezzario 2021 Superbonus 110% 107/euro mq. ”Va da se – fa presente  Pirozzi – che qui siamo davanti ad un dilemma: disattenzione o speculazione? Una risposta istituzionale della Regione Lazio entro 30 giorni con l’ aggiornamento, come hanno fatto le Marche, altrimenti diventera’ responsabile del fallimento di molte imprese e del blocco totale della gia’ incerta ricostruzione. Al riguardo – annuncia infine Sergio Pirozzi – ho preparato un ordine del giorno”.