Pisani, Cecchi, Minucci e Lapunzina “Chi tutela gli assistenti domiciliari?”

"Chiediamo al Sindaco e all’Assessore di prendere posizione per mettere la nuova cooperativa sociale nelle condizioni di poter operare serenamente"

0
134
marinopanorama
Marino

“CHI TUTELA GLI ASSISTENTI DOMICILIARI?

Siamo venuti a conoscenza delle criticità legate all’assorbimento del personale precedentemente impiegato nel servizio di assistenza domiciliare, in seguito alla nuova gara d’appalto indetta dal Distretto sociosanitario H3 di cui il Comune di Marino è capofila. A fronte dell’inspiegabile mutismo del Sindaco Colizza e dell’Assessore Cerro di fronte alle problematiche emerse, rimaniamo sorpresi anche della posizione del Sindacato CGIL FP che ha tirato in ballo, tramite una nota diramata, la nuova cooperativa sociale aggiudicataria del servizio che, secondo loro, non avrebbe adempiuto a “quanto previsto dal capitolato di gara”. Un’espressione azzardata, figlia probabilmente di uno scarso approfondimento della situazione.

Ci risulta che, a partire dallo scorso 21 agosto, i nuovi aggiudicatari abbiano più volte fatto richiesta dell’elenco completo, corredato di recapiti telefonici, delle risorse umane precedentemente impiegate per procedere all’assunzione. Richieste a cui hanno fatto seguito risposte non esaustive.

Siamo certi che il Sindacato CGIL FP abbia vigilato attentamente, in questi anni, anche sulla corretta applicazione del C.C.N.L. applicato ai dipendenti nel corso della gestione conclusasi pochi mesi fa e sugli emolumenti maturati e dovuti ai lavoratori, ma non ancora erogati.

Chiediamo al Sindaco e all’Assessore di prendere posizione per mettere la nuova cooperativa sociale nelle condizioni di poter operare serenamente.

Ringraziamo, infine, il nuovo gestore per aver comunque garantito l’efficienza del servizio nonostante le vicissitudini non direttamente legate a loro”. Lo dichiarano i consiglieri comunali Remo Pisani, Stefano Cecchi, Maria Sabrina Minucci, Cinzia Lapunzina

Print Friendly, PDF & Email