Raccolta differenziata, Venanzoni: “A Marino mastello selvaggio. Individueremo micro aree pubbliche di raccolta”

Venanzoni "A Marino molto spesso assistiamo a una problematica che è quella di come vengono esposti i contenitori per la raccolta porta a porta".

0
78

Raccolta differenziata, Venanzoni: “A Marino mastello selvaggio. Individueremo micro aree pubbliche di raccolta”

“A Marino molto spesso assistiamo a una problematica che è quella di come vengono esposti i contenitori per la raccolta porta a porta. Mi giungono da più parti moltissime segnalazioni sul posizionamento dei mastelli lungo i marciapiedi pubblici, molto spesso anche a una distanza di meno di un metro dalle abitazioni private. Un vero e proprio abbandono, che genera degrado, ma soprattutto rappresenta pericolo e intralcio alla circolazione, con le persone costrette a spostarsi sulla strada mettendo a serio rischio la loro incolumità. Ne consegue anche che i mastelli posizionati a ridosso di una finestra possano favorire, specie nei mesi estivi, esalazioni maleodoranti. Sono molti i casi di litigi e denunce tra privati, ma anche di esposti al Comune. L’amministrazione comunale, come suo modus operandi, che va tristemente avanti ormai da cinque anni, se ne infischia di tutto questo, continuando con la sua consueta condotta omissiva. Le elezioni, per fortuna, metteranno ben presto fine a questo atteggiamento, ma non al problema, che purtroppo resta. La prima cosa che mi preoccuperò di fare una volta sindaco, e che in questi anni non è stata fatta, sarà quella di individuare delle micro aree pubbliche di raccolta, dove il cittadino, anziché per strada o sul marciapiede, avrà la comoda possibilità di posizionare il proprio mastello, salvaguardando così la sicurezza delle persone, il decoro urbano e facilitando anche il lavoro degli operatori della Multiservizi. L’ora del cambiamento è arrivata”. Lo scrive in una nota il candidato sindaco del centrosinistra, Gianfranco Venanzoni.

Print Friendly, PDF & Email