Rocca Priora, Cimini: “Bando di nuovo deserto a rischio non solo l’anno sportivo ma la struttura stessa”

Lo dichiara in una nota Massimo Cimini

0
285
massimocimini

“Sembra non trovare pace la saga del polo natatorio di Rocca Priora del quale ormai si è perso il numero dei bandi andati deserti e dei proclami di procedere ad un affidamento fuori gara pubblica: motivo per il quale preso atto della notizia resa nota oggi dal Comune ho rinnovato a mezzo pec la richiesta di affidamento diretto in qualità di Liquidatore della storica concessionaria “Bluegreen Sporting Club” che è salita alla ribalta delle cronache per gli eccellenti risultati ottenuti in settori quali quello del nuoto agonistico ma non solo, anche in qualità di promotore Associazione Temporanea di Scopo che vede partecipe l’Associazione Sportiva Dilettantistica “Le Palme Padel CLub” (Via E. Chini – Roma): soggetto giuridico sportivo che proprio in Associazione Temporanea di Scopo ha reso palese la volontà di realizzare tre campi di Padel alle spalle del polo natatorio di Via Arenatura, dove era collocato in precedenza il pallone presso statico di proprietà della” BG” SSD rl stessa.
La “Bluegreen Sporting CLub” SSD rl continua ad avere tutti quei requisiti che legalmente le permettono di avanzare tale richiesta oltre ovviamente alla grande esperienza maturata dopo sette anni ai Castelli Romani ed alla profonda conoscenza della struttura sportiva e dei relativi tanti e complessi impianti senza rimarcare il fatto che in caso di esito positivo si darebbe la chance ai collaboratori sportivi, ai dipendenti, ai fornitori ed ai tesserati di riprendere le attività sportive lì dove erano state interrotte”. Così in una nota Massimo Cimini, Liquidatore “Bluegreen Sporting Club” ssd rl.