Rocca Priora RDP (calcio, Promozione), Roberto Galeazzi: “Questa squadra non merita la classifica attuale”

Roberto Galeazzi, esterno di centrocampo classe 1997, ha seguito la scelta fatta in estate dal fratello minore Claudio ed è approdato nel club castellano

0
60

E’ stato l’innesto “pesante” del mese di dicembre del Rocca Priora RDP. Roberto Galeazzi, esterno di centrocampo classe 1997, ha seguito la scelta fatta in estate dal fratello minore Claudio ed è approdato nel club castellano. Gli è bastato un allenamento per andare in campo e bagnare l’esordio con un gol nel match interno di domenica scorsa contro l’Atletico Lodigiani, anche se la marcatura non è servita per evitare il k.o. ai castellani (1-2): “Ma non meritavamo di perdere, anzi viste le occasioni create potevamo ambire anche a qualcosa di più – dice Roberto Galeazzi – Il primo tempo lo abbiamo chiuso sotto di una rete, poi a inizio ripresa una disattenzione ci è costato il gol del raddoppio. Dopo il mio sigillo del 2-1 abbiamo spinto tanto, creando almeno cinque o sei opportunità da rete nitide, ma non siamo riusciti a prendere punti”. Galeazzi spiega i motivi che lo hanno fatto scendere dall’Eccellenza: “Mi trovavo bene a Colleferro, ma alcuni sopraggiunti impegni personali mi hanno reso impossibile allenarmi di pomeriggio. Inoltre qui al Rocca Priora RDP già giocava mio fratello Claudio e la sua presenza è stata importante, ma soprattutto sono stato a cena due volte col presidente Stefano Guazzoli e mi è piaciuto molto il suo modo di intendere calcio, il tipo di progetto che hanno in mente e l’ambiente positivo del “Montefiore”, quindi scegliere di venire qui è stato semplice”. A dispetto di una classifica che al momento è complicata: “Non l’ho guardata, mi è bastato vedere la squadra e la struttura organizzativa per capire che il Rocca Priora RDP non merita l’attuale posizione di classifica: sono convinto che ne usciremo fuori e rimarremo in Promozione”. Nel prossimo turno c’è la delicata visita all’Atletico Morena: “Non faccio questa categoria da un paio d’anni, non conosco molto degli avversari, ma sicuramente si tratta di una squadra molto valida visto l’attuale quarto posto in classifica”. In settimana il club ha deciso per il cambio tecnico, salutando Stefano Gioacchini e riportando sulla panchina la coppia composta da Stefano e Gianfranco Guazzoli: “Si vede che sono uomini di calcio e persone di spessore, preparate e scrupolose. L’anno scorso questa squadra ha fatto benissimo rimanendo a lungo ai vertici della Promozione e ora dobbiamo solo migliorare la classifica: lo faremo mostrando orgoglio e personalità ai massimi livelli”.