Sconfitta bruciante per la Vjs Velletri a Cecchina

La Vjs Velletri va incontro a una inaspettata sconfitta sul campo di un ostico Pro Calcio Cecchina

0
164

La Vjs Velletri va incontro a una inaspettata sconfitta sul campo di un ostico Pro Calcio Cecchina, condannata dagli episodi e costretta a giocare un tempo in inferiorità numerica per l’espulsione rimediata da Pansera. Il 4-1 finale è risultato decisamente troppo severo, soprattutto per come era iniziata la gara.

 

Gli uomini di De Massimi, infatti, avevano trovato il vantaggio con una splendida azione sull’asse Pugliesi/Amici: bellissimo passaggio smarcante di Pugliesi proprio per Amici, che lascia partire un tiro a giro da sinistra verso destra destinato direttamente sotto l’incrocio. Nonostante l’avvio in salita, però, i locali non demordono e trovano il pareggio con Di Felice. La svolta della partita arriva nel secondo tempo: la Vjs Velletri resta in dieci per il doppio giallo di Pansera, e il Cecchina in due minuti trova due gol – uno su rigore, con Fabbri, e uno in ripartenza, con Rossi – che tagliano le gambe ai veliterno. La squadra di De Massimi prova a reagire e si porta in avanti più volte, ma resta anche orfana di Arfaoui – appena entrato e infortunatosi, con i cambi a disposizione esauriti – e finisce per subire anche la quarta marcatura con Bartoloni. Sconfitta finale che non ridimensiona le ambizioni della Vjs Velletri, chiamata al pronto riscatto tra le mura amiche domenica alle 15 contro un’ambiziosa Città di Pomezia.

 

PRO CALCIO CECCHINA-VJS VELLETRI 4-1

 

PRO CALCIO CECCHINA: Rossetti, Pezzano, Nirchi, Albertini, Gianfelici, Garbujo, Lucidi, Fabbri, Di Felice, Demetrio, Ghilardi. A disposizione: Riganelli, Muzi, Mattiotti, Persia N., Persia A., Bartoloni, Rossi, Dezi. Allenatore: Massimo Ciotti.

 

VJS VELLETRI: Fusco, Quattrocchi, Moroni, Cafarotti, Marini, Calin, Tetti, Pugliesi, Pansera, Amici, Fratarcangeli. A disposizione: Bernardi, Masella, Bologna, Simonetti, Salaj, Trombetti, Salimei, Cellucci, Arfaoui. Allenatore: Stefano De Massimi.