Sinistra Italiana Lazio “il Governo ha deciso, dal 15 ottobre a casa circa 4000 lavoratori”

Massimo Cervellini Segretario di Sinistra Italiana Lazio: "Oltre alla forte riduzione di personale di difficile comprensione sono anche scelte strategiche come quelle relative alla cessione di slot a Fiumicino e a Milano"

0
81
Alitalia
Alitalia

Sinistra Italiana Lazio: il Governo ha deciso, dal 15 ottobre a casa circa 4000 lavoratori.

“Il ministero dello sviluppo economico ha annunciato che dal 15 ottobre partirà la nuova compagnia, ITA, con circa 2500 dipendenti nel 2021 e altri 5500 nel 2022, a fronte degli oltre 11.500 lavoratori attuali, questo comporterà il licenziamento di circa 4000 lavoratori. – cosi Massimo Cervellini Segretario di Sinistra Italiana Lazio – Oltre alla forte riduzione di personale di difficile comprensione sono anche scelte strategiche come quelle relative alla cessione di slot a Fiumicino e a Milano. Continua quindi l’azione messa in campo da questo Governo: ossia licenziare. Prima lo sblocco dei licenziamenti ora il drastico ridimensionamento di Alitalia. Quello che ci vogliono far credere è che per rilanciare la compagnia di bandiera bisogna licenziare, come se il problema fossero i lavoratori. Basta fa pagare sempre ai lavoratori le scelte sbagliate di questo Governo. Basta usare scuse come la crisi economica. La verità è che questo Governo fa quello che confindustria chiede, chissà quale sarà la prossima richiesta. Per noi di Sinistra Italiana Lazio la priorità è il lavoro e i lavoratori, dopo una crisi come quella che stiamo attraversando bisognerebbe dare lavoro no toglierlo. Stop ai licenziamenti. Dalla parte dei lavoratori, sempre. – conclude il Segretario SI Lazio Cervellini.

Print Friendly, PDF & Email