Sporting Pavona incontra i cittadini per parlare di impianti sportivi

0
1316
pavona
Piantina spazi per tensostrutture a Pavona
pavona
Piantina spazi per tensostrutture a Pavona

Il prossimo lunedì 6 ottobre a partire dalle ore 18:30, nel piazzale antistante l’istituto scolastico Antonio Gramsci di Pavona, la società sportiva Sporting Pavona organizza un incontro informativo aperto al pubblico in cui discutere dell’impiantistica sportiva sul territorio, con particolare riferimento all’opportunità, necessità, di dotare la frazione di Albano Laziale, di strutture sportive polivalenti, a costi sostenibili. Nell’occasione, i dirigenti di Sporting Pavona illustreranno e si confronteranno con i cittadini su un progetto di installazione di due tensostrutture adiacenti alla scuola Gramsci. “Sporting Pavona – ha dichiarato il responsabile dell’Area Progetti della società gialloblu Fabrizio Trivelloni – è da sempre impegnata nel sociale, considerando lo sport stesso un valore sociale. Per questo siamo da sempre impegnati sul nostro territorio, per il miglioramento della qualità degli spazi per i giovani che praticano sport e non solo. Siamo stati – ha continuato Trivelloni – l’unica società sportiva ad aderire all’iniziativa di LegAmbiente – Puliamo Il Mondo, insieme al Comune di Albano, in continuità con il senso che diamo alla nostra attività societaria, così come ci siamo trovati, dirigenti, atleti e famiglie, a ripristinare i locali della palestra scolastica dopo gli ultimi alluvioni, così come saremo presenti a tutti gli appuntamenti che ambiscono a progettare e concretizzare soluzioni reali alle problematiche di chi vive il territorio; perchè lo sport è, secondo noi, un potente veicolo di inclusione sociale e sviluppo economico, da valorizzare e su cui investire risorse. L’urbanistica – conclude l’Ing. Trivelloni – non è soltanto costruire strutture faraoniche o pianificare mega investimenti pubblici, ma anche, e forse soprattutto, dovrebbe essere, riconoscere che sul territorio si vengono a creare, spontaneamente e per il lavoro di realtà come Sporting Pavona, nuove centralità, fatte non tanto di cemento, ma di persone, di ragazzi e ragazze che si ritrovano, per giocare, per stare assieme e socializzare, preferendo questo rispetto a fenomeni di devianza, violenza sempre più presenti purtroppo nella nostra società.. A queste realtà va rivolta attenzione, per ricavarne spazi che mettano a reddito il territorio, fornendovi servizi sociali, capaci anche di stimolare investimenti privati oltre che pubblici, potenzialmente generatori di ricchezza e posti di lavoro”.