Successo per lo screening sanitario a Monte Porzio Catone

0
1159
Screening Monte Porzio Catone
Screening sanitario con tenda ad energia solare a Monte Porzio Catone
Screening Monte Porzio Catone
Screening sanitario con tenda ad energia solare a Monte Porzio Catone

Grande affluenza c’è stata alla tenda solare, nei giorni 8 e 9 di giugno a Piazza Borghese, sono state eseguite circa 160 MOC ed è stata controllata la pressione ai molti cittadini che si sono avvicinati con curiosità alla tenda. «I monteporziani – ha detto il dott. Massimo Cosmelli, consigliere con delega all’igiene e sanità ed ideatore dell’iniziativa – se si sono avvicinati con curiosità si sono allontanati con soddisfazione, dopo aver svolto le diagnosi ed aver ricevuto le consulenze mediche del caso». La tenda solare «è un prototipo – ha spiegato il Prof. Franco Giannini, coordinatore del progetto e presidente del Centro Congressi Villa Mondragone – realizzato dal Polo Solare Organico della Regione Lazio (CHOSE) i cui coordinatori siamo io e il Prof. Di Carlo, su richiesta della Protezione Civile della Regione Lazio, a supporto di un’attività atta a garantire il primo soccorso in situazioni di emergenza; questa tenda, alimentata a pannelli solari è autosufficiente e oltre ad essere utilizzata in situazioni di emergenza potrebbe trovare altre applicazioni, avere dei presidi autosufficienti e facilmente trasportabili rappresenta un passo avanti notevole anche per la Protezione Civile di tutti i giorni».

Il supporto tecnico per l’alimentazione, tramite l’impianto fotovoltaico, della strumentazione sanitaria è stato fornito dalla InGem S.R.L. – società di ingegneria specializzata nella ricerca e nello sviluppo di soluzioni innovative di ingegneria di emergenza, start up universitaria del Polo – e  da FREEnergy associazione che ha come scopo la diffusione della cultura delle energie rinnovabili, dell’idrogeno e della mobilità sostenibile. «Abbiamo aderito a questa iniziativa del Comune di Monte Porzio Catone – ha sottolineato l’Ing. Monica Coppola, rappresentante della InGem S.R.L.- perché per noi è una grossa opportunità di sperimentazione sul campo, con l’energia solare abbiamo utilizzato un computer, la MOC, un ventilatore, abbiamo ricaricato i cellulari ed è stato illuminato l’interno della tenda».

Al montaggio e custodia della tenda ha provveduto l’Associazione Nazionale di Protezione Civile MPC03, mentre nella tenda il personale della Croce Rossa Italiana – sezione Monte Porzio Catone – ha provveduto al controllo della pressione sanguigna. L’apparecchiatura per la MOC è stata messa a disposizione dal Lions Club – Monte Porzio Catone. Mentre, le consulenze specialistiche sono state fornite dal personale medico dell’UOC di ortopedia diretta dal Prof. Tarantino e dal personale medico della Clinica neurologica diretta dalla Prof.ssa Maria Grazia Marciani del Policlinico Tor Vergata.

«Ho avuto modo di sperimentare l’efficienza della tenda – ha concluso il sindaco, Luciano Gori – e ho avuto l’impressione che Monte Porzio Catone sia all’avanguardia in termini di politiche ambientali e sanitarie, un piccolo centro come il nostro grazie alla collaborazione con l’Università di Tor Vergata è diventato il centro di sperimentazione per l’energia del futuro, un energia pulita che rispetta i cittadini e l’ambiente, che ci ha reso uno dei pochi comuni del Lazio ad avere degli impianti solari su vari edifici pubblici, che permetteranno anche dei concreti risparmi sulla bolletta. Ringrazio tutti quelli che hanno collaborato alla realizzazione di questo progetto, l’assessore all’ambiente Giuliano Imperatori e il consigliere con delega alla sanità, Massimo Cosmelli che hanno avuto il merito di coordinare il lavoro dei molti operatori».

Print Friendly, PDF & Email