Tidei Italia Viva “Civitavecchia aderisca a Rete contro discriminazioni sessuali, mia pdl in stessa direzione”

Marietta Tidei, consigliere regionale di Italia Viva "Civitavecchia aderisca a Rete contro discriminazioni sessuali, mia pdl in stessa direzione"

0
321
portocivitavecchia
Porto di Civitavecchia
Tidei (Iv): “Civitavecchia aderisca a Rete contro discriminazioni sessuali, mia pdl in stessa direzione”
                                                                                                                                    Sostengo con convinzione la proposta avanzata dall’associazione Gay Friendly all’amministrazione comunale di Civitavecchia per far aderire la città a Ready, la Rete nazionale delle pubbliche amministrazioni antidiscriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere. I diritti e le politiche di inclusione a tutela delle persone omosessuali e transessuali hanno bisogno oggi di un nuovo e decisivo supporto”. Lo dichiara, in una nota, la consigliera regionale del Lazio Marietta Tidei (Italia Viva). “La prevenzione e il contrasto delle discriminazioni basate sull’orientamento sessuale rappresentano un obiettivo che intende perseguire anche la proposta di legge che ho presentato in Consiglio. Anche la Regione, infatti, può e deve contribuire nel rispetto delle prerogative dell’azione legislativa nazionale ed europea”, spiega Tidei. “La proposta di legge – sottolinea – individua strumenti operativi e risorse, la costituzione di una Rete territoriale per mettere a sistema Comuni, parti sociali e tutti i soggetti coinvolti nell’azione di prevenzione e contrasto alla violenza, ma anche per il sostegno alle vittime. Sono inoltre previsti l’istituzione di un Ufficio regionale, l’adozione del Piano triennale contro le discriminazioni e un Fondo di solidarietà per le vittime”. “Il ventaglio delle azioni è vasto e impatta su un ventaglio altrettanto ampio di discriminazioni, ma il principio è uguale per tutte: si può e si deve rafforzare l’azione di tutela a favore dei soggetti che risultano deficitari di diritti che invece vanno garantiti ed estesi. Mi auguro infine che il Parlamento approvi quanto prima la legge di contrasto all’omofobia. Il nostro Paese sta registrando su questo tema un ritardo imperdonabile”, conclude Tidei.
Print Friendly, PDF & Email