Ucraina, Roberta Nuccitelli: “Impatto rincari anche su trasporto disabili, ma lo affronteremo”

La Presidente della Coperativa Sociale Sorriso per Tutti lancia l'allarme sul trasporto disabili a causa del rincaro carburanti

0
163
sorrisoxtutti

La guerra in Ucraina e l’effetto domino sui rincari di energia e materie prime ricadono anche sui disabili e sulla loro assistenza. Lo racconta Roberta Nuccitelli, presidente della cooperativa sociale “Sorriso per Tutti” Onlus con sede a Marino. “Per un brevissimo periodo di tempo, all’inizio della pandemia, a causa delle restrizioni i ragazzi purtroppo non hanno potuto fruire dei servizi, cosa che necessariamente ha causato un regresso, visto che i laboratori sono stati fermi. Ma nel giro di una quindicina di giorni – spiega la presidente Nuccitelli – abbiamo rimodulato il tutto su piattaforme di semplice utilizzo: e su questa grande novità, ovvero su laboratori d’arte o di musica a distanza, i ragazzi hanno sviluppato potenzialità positive e per le quali possiamo parlare di un progresso. Del resto siamo abituati a districarci nelle difficoltà, e facendo un passo indietro torno a quando era molto complesso oltre che onerosissimo procurarsi mascherine, visiere, tute e altri Dpi. Problematica che abbiamo affrontato allora – dice – e che affrontiamo oggi, seppure in ambito diverso, con la questione rincaro dei carburanti visto che realizziamo, su bandi vinti, servizi di trasporto disabili nei comuni di Albano e Velletri. E nei budget non erano previste né la guerra né i rincari che ne sono derivati”

La cooperativa sociale “Sorriso per Tutti” gestisce servizi socio-sanitari ed educativi e promuove attività produttive al fine di realizzare l’integrazione sociale e lavorativa di persone diversamente abili. Nei centri diurni accoglie 45 disabili e gestisce, inoltre, due centri di salute mentale a Velletri e Albano, in cui si alternano circa 50/60 ragazzi. Oltre ai numerosi destinatari dei Progetti Territoriali Personalizzati (PTRP) che gli operatori della cooperativa realizzano sulle esigenze dei singoli destinatari, e degli interventi di cohousing per ragazzi con disabilità in via di sperimentazione.

La cooperativa, aderente a Confcooperative Lazio e vincitrice in Raggruppamento Temporaneo con altre quattro cooperative del primo bando “Dopo di noi” nella Regione Lazio (bando che nel 2022 taglierà il traguardo del primo triennio di attività), sta effettuando una ricognizione sull’impatto dell’aumento dei costi, specie del carburante per il trasporto dei disabili. Costi che, come evidente, ricadono interamente sulla cooperativa stessa la quale, spiega Nuccitelli “è orientata, dopo aver valutato e quantificato l’impatto economico dei rincari, a chiedere dei ritocchi sui bandi in corso di svolgimento”.