Vandalizzato comitato della Lega al III Municipio

"In città evidentemente c’è gente che non ha argomenti per discutere civilmente e pensa di poterci intimorire così, un attacco vigliacco da parte di chi utilizza l’aggressione e la violenza contro la democrazia e lo scambio civile e pacifico di idee", aggiunge la consigliera regionale della Lega Laura Corrotti.

0
117

ROMA. LEGA. VANDALIZZATO COMITATO DELLA LEGA AL MUNICIPIO III

“Stamattina abbiamo trovato la sede del comitato elettorale della Lega nel III Municipio a Via Valle Scrivia vandalizzata e danneggiata.

Esprimiamo forte preoccupazione e condanniamo fermamente tali atti, ci auspichiamo che questo non sia lo spirito che caratterizzerà questa tornata elettorale, per Roma e i Municipi.
Trovare la serranda forzata e vandalizzata con scritte offensive non ci intimidisce, anzi, ci spinge a proseguire il nostro lavoro per Roma e il Municipio. Evidentemente il lavoro svolto dalla Lega sul territorio inizia a preoccupare chi pensa di avere già le chiavi di Piazza Sempione in tasca.

Noi continueremo il nostro lavoro a testa alta, nel rispetto di tutte le forze politiche, con la politica del buon senso.” Lo dichiarano in una nota, Fabrizio Bevilacqua, Capogruppo uscente della Lega in III Municipio e candidato al Consiglio Municipale e Emiliano Bono, già consigliere in Municipio III e Coordinatore del “Comitato Elettorale Lega” di via Valle Scrivia.

“In città evidentemente c’è gente che non ha argomenti per discutere civilmente e pensa di poterci intimorire così, un attacco vigliacco da parte di chi utilizza l’aggressione e la violenza contro la democrazia e lo scambio civile e pacifico di idee”, aggiunge la consigliera regionale della Lega Laura Corrotti.

Roma, Becchetti (Lega) “Atti vandalici vergognosi, ci aspettiamo presa posizione”

“E’ una vergogna che qualcuno ancora oggi affidi alla violenza e agli atti vandalici il confronto politico. Solidarietà al comitato Lega del III Municipio, che questa mattina ha ritrovato la sede con la serranda forzata e una ignobile scritta con tanto di falce e martello. Insultare, minacciare, intimidire: i metodi squadristi non hanno colore politico. Non sono meno gravi se li fa chi si sente meno vicino al pensiero della Lega. Sono e restano metodi squadristi, intimidatori, per i quali aspettiamo una chiara e netta presa di posizione da parte di tutti, da Gualtieri a Letta, passando anche per Calenda e la Raggi. Roma non è una città intollerante. O dobbiamo pensare che lo è, solo quando fa comodo?”

E’ quanto dichiara il coordinatore romano della Lega Alfredo Becchetti

Print Friendly, PDF & Email