Velletri, fermato responsabile aggressione sul treno Roma-Velletri

0
1060
Treno
Treno

La vittima si è presentata martedì scorso (27 ottobre ndr) al commissariato di Velletri, diretto dal dr. Roberto Cioppa, e, sconvolta, ha raccontato agli agenti della Polizia di Stato quanto accadutole la sera precedente mentre si trovava a bordo di un convoglio ferroviario.

Erano circa le 21,  quando, all’ interno dello scomparto di un treno che da Roma la stava portando a Velletri,  arrivata nel tratto compreso tra la stazione di Cecchina e Lanuvio, un uomo si è seduto di fronte a lei. Questo,  prima ha iniziato a toccarsi i genitali e poi, non contento,  ha cominciato a masturbarsi.

Raccolti i suoi effetti la donna, spaventata, ha cercato di allontanarsi ma è stata bloccata dal molestatore che l’ha afferrata per una gamba. Riuscita a divincolarsi la ragazza appena 20enne è riuscita a scappare.

Durante l’esposizione dei fatti la giovane ha fornito l’esatta descrizione del suo aggressore cosicché i poliziotti hanno deciso di intraprendere alcuni servizi mirati sia a bordo dello stesso treno che nelle stazioni ferroviarie presenti lungo la tratta alla ricerca del malvivente.

Dopo serrate ricerche ieri notte (giovedì 29 ottobre ndr) in un locale adiacente i bagni pubblici della stazione di Velletri, gli agenti della Polizia di Stato, hanno notato un soggetto corrispondente alla descrizione fornita dalla vittima.

Fermato, e identificato, E.P., romeno di 36 anni, con vari precedenti di Polizia ha dichiarato di non avere un domicilio e di dormire occasionalmente presso gli scali ferroviari.

Accompagnato negli uffici del commissariato e riconosciuto poi anche dalla vittima, è stato sottoposto a fermo di Polizia Giudiziaria per violenza sessuale.