Viviamo Albano “Approvazione primo stralcio operativo del PEBA passo avanti per città inclusiva”

Lo dichiarano in una nota le Consigliere Comunali della lista Viviamo Albano Laura Faccia e Simonetta Lucci dopo l'approvazione in giunta dello stralcio operativo del PEBA

0
368
viviamoalbano

“L’approvazione da parte della Giunta Comunale del progetto definitivo del primo stralcio operativo del P.E.B.A. (Piano di Abbattimento delle Barriere Architettoniche), relativo ai lavori che riguarderanno parte del centro storico di Albano, rappresenta il primo momento di concretizzazione di uno strumento fondamentale in grado di monitorare, progettare e pianificare interventi finalizzati al raggiungimento di una soglia ottimale di accessibilità degli edifici per tutta la cittadinanza”, è quanto dichiarano Laura Faccia e Simonetta Lucci, consigliere comunali del gruppo Viviamo Albano.

“Ci siamo impegnati affinché si potesse dare realizzazione alla Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, che promuove e si assicura che le persone con disabilità possano godere dei loro diritti e di tutte le libertà, eliminando l’esistenza di barriere fisiche, mentali o sensoriali – proseguono – “Le barriere architettoniche sono ostacoli fisici fonte di disagio per la mobilità di chiunque e, in particolare, di coloro che presentano disabilità motoria, sensoriale o cognitiva. Rendere Albano una città accessibile significa garantire la possibilità, anche per persone con ridotta o impedita capacità motoria o sensoriale, di raggiungere l’edificio e le sue singole unità immobiliari e ambientali, di entrarvi agevolmente e di fruirne spazi e attrezzature in condizioni di adeguata sicurezza e autonomia”.

“Siamo sempre stati convinti che uno dei pilastri fondamentali della riuscita di un buon e funzionale Piano di abbattimento delle barriere architettoniche, risiedesse nel coinvolgimento di associazioni e cittadinanza sui tavoli di lavoro con l’amministrazione pubblica. Per questo il Vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Luca Andreassi ha istituito un tavolo di lavoro in cui i progettisti hanno potuto incontrare e dialogare con le associazioni, le cui osservazioni stanno consentendo di elaborare un piano il più possibile aderente alle esigenze di chi vive gli spazi, e di costruire un rapporto di fiducia tra amministrazione e cittadinanza” – aggiunge Laura Faccia –  “Mi sono personalmente impegnata per il coinvolgimento delle associazioni, che infatti hanno avuto un ruolo fondamentale anche nella individuazione degli interventi da effettuare in questo primo stralcio funzionale che riguarderà l’abbattimento delle barriere architettoniche e la creazione di percorsi sicuri da Piazza Mazzini fino a Largo Murialdo passando per via Cairoli e Piazza Pia”.

“Viviamo Albano proseguirà il suo impegno per arrivare presto all’approvazione del PEBA e con iniziative di sensibilizzazione della cittadinanza, affinché tutti si sentano coinvolti nella realizzazione di una città accessibile ed inclusiva per dare ad ognuno l’opportunità di vivere in maniera indipendente e partecipare pienamente a tutti gli aspetti della vita. Perché una città a misura di ogni persona riguarda tutti e tutte”, concludono le due consigliere.

Print Friendly, PDF & Email