Italia dei Diritti, “Baby prostituzione alla luce del sole”

Parla il responsabile provinciale romano dell’Italia dei Diritti Carlo Spinelli della baby prostituzione tra i Pratoni del Vivaro ed Artena

0
1857
Pratoni del Vivaro Rocca di Papa
Pratoni del Vivaro Rocca di Papa

Parla il responsabile provinciale romano dell’Italia dei Diritti Carlo Spinelli “ E’ un indecenza passare sulla via tuscolana tra i pratoni del vivaro ed Artena e vedere ragazze di colore anche minorenni prostituirsi in pieno giorno”.

“Sono molte le strade che ormai da anni sono popolate da prostitute sia di giorno che di notte, un fenomeno che non accenna a diminuire e che, oltre ad essere illegale, sovvenziona la criminalità organizzata. Il territorio è suddiviso in veri e propri settori: ecco che troviamo zone frequentate da prostitute provenienti dall’est Europa, in altre strade troviamo donne di colore, vie con “donnine” italiane, altre zone dove si trovano i trans eccetera. Sulla via Tuscolana nel tratto che va dall’incrocio dei pratoni del vivaro verso Artena troviamo giovanissime prostitute provenienti dal continente Africano in gran parte minorenni: “ E’ veramente uno spettacolo indecente quello che si para davanti agli occhi percorrendo la via Tuscolana tra il vivaro ed Artena – a parlare è il coordinatore provinciale romano dell’Italia dei Diritti Carlo Spinelli – in pieno giorno si trovano baby prostitute di colore, mezze nude a sedere scoperto che cercano, muovendosi sinuosamente in sexy balletti, di attirare potenziali clienti. Il tutto viene fatto in pieno giorno in una strada ad alta densità di traffico davanti agli sguardi spesso compiaciuti degli automobilisti ma anche di ignari bambini ed adolescenti che potrebbero farsi idee sbagliate sulle donne e scatenare in loro, durante la crescita, considerazioni errate sulla donna in  quanto tale. Questo fenomeno va assolutamente debellato – continua Spinelli – è impossibile che le autorità, le forze dell’ordine e tutti gli organi di vigilanza non si accorgano di quanto accade su questo tratto di strada, eppure anche le loro vetture la percorrono, ed allora perché non intervengono? Cosa c’è sotto? La prostituzione è un reato e come tale va trattato – prosegue Carlo Spinelli – quindi queste ragazze spesso ancora bambine ( che tra l’altro rovinano  irreparabilmente la propria vita ) vanno fermate, identificate e se abusive, rimandate nel loro paese, i loro aguzzini presi e rinchiusi in carcere, e queste strade ( non solo la Tuscolana ma anche Ardeatina, Cristoforo Colombo e tutte le vie che comunque le forze dell’ordine conoscono bene dove vige la prostituzione ) vanno controllate e vanno fatte retate anche tutte le sere perché questo è un fenomeno che assolutamente va combattuto e vinto. Ho fatto presente con una mail alla presidente della camera Laura Boldrini di quanto avviene su questo tratto della Tuscolana – continua ancora Spinelli – chiedendo un suo sollecito intervento e devo dire che la signora Presidente ( spesso criticata ma che io ho sempre trovato molto disponibile ) mi ha contattato telefonicamente assicurandomi che prenderà a cuore il caso e lo passerà immediatamente in commissione. Spero – conclude Carlo Spinelli – che questo faccia iniziare una battaglia seria contro la prostituzione soprattutto quella minorile e che su spettacoli come quelli che si vedono in pieno giorno sulla Tuscolana e su molte strade italiane, si scriva la parola fine” così l’Ufficio stampa provincia di Roma Italia dei Diritti.