Botta e risposta tra Lupi e Palozzi su Testa a Ciampino

0
1037
comune_ciampino
Comune di Ciampino
Ciampino
Comune di Ciampino

Mauro Testa, il suo passato da vicesindaco di Simone Lupi ed il suo futuro da candidato sindaco fuori dalla coalizione del centrosinistra nel duello di dichiarazioni tra i consiglieri regionali Simone Lupi, ex sindaco del Pd nel comune aeroportuale dimessosi da primo cittadino per incompatibilità con il ruolo alla Pisana e Adriano Palozzi, due volte sindaco di Marino e sostenitore della candidatura del segretario del Partito Socialista di Ciampino a sindaco:

“Volutamente in questi giorni ho evitato di intervenire nel dibattito politico ciampinese per non interferire con l’azione amministrativa, così come in maniera contraddittoria stanno facendo personaggi proposti a candidarsi a Sindaco”. Ha dichiarato il Consigliere regionale del Pd, Simone Lupi. “Sento di dover rispondere alle dichiarazioni di alcuni degli sponsors di questi personaggi; in particolare al Consigliere regionale Adriano Palozzi che nel sostenere la candidatura a sindaco di Mauro Testa, con una coalizione prevalentemente di destra, afferma sia stato il PD di Ciampino a non volere il PSI ed in particolare Mauro Testa, all’interno della coalizione di centro sinistra”.”Tutto ciò non è assolutamente vero. Mauro, di sua Testa, ha scelto di far parte della coalizione di centro sinistra rifiutandosi di partecipare alla competizione delle primarie che, ricordo, sono condizione necessaria per legittimare le candidature a sindaco della coalizione stessa. Così facendo, ha inteso spostare a destra il Partito socialista ciampinese; un Partito che storicamente affonda le sue radici nella migliore tradizione della sinistra italiana”. “Mi preme anche puntualizzare, sempre in riferimento alle dichiarazioni del Consigliere Palozzi, che non ho certamente lasciato il mandato di Sindaco per interessi personali o di ambizione politica fine a se stessa; la scelta di candidarmi al Consiglio regionale del Lazio nasce dal profondo convincimento di voler rappresentare al meglio Ciampino e gli interessi dei ciampinesi all’interno di un consesso più importante”. “Tutto questo per il bene della mia città per la quale ho sempre cercato, con la massima onestà ed impegno, di essere all’altezza del compito assegnatomi dai cittadini, senza risparmiarmi e con la passione politica che mi ha sempre caratterizzato. Con la stessa passione in questa fase sosterrò convintamente Giovanni Terzulli alle elezioni primarie del mese di marzo”. “Tutto il resto è pura e bassa campagna elettorale che non fa onore a Palozzi e al ruolo che ricopre. Dovrebbe, infatti, ricordare uno dei detti della sua Città: ‘La gatta della credenza quello che fa pensa’”.

Prima di replicare alle dichiarazioni di Lupi, è bene ricordare che la scelta di tener fuori l’ex assessore Testa dall’attuale amministrazione di centrosinistra che governa Ciampino è stata proprio una decisione dello stesso consigliere regionale del Pd. Dopo l’elezione alla Pisana, infatti, Lupi ha dovuto lasciare per incompatibilità la poltrona di primo cittadino e il sindaco facente funzioni sarebbe dovuto essere l’allora vicesindaco Testa, un semplice passaggio di consegne così come previsto dalla legge. Nella città aeroportuale, invece, Lupi ha preferito consegnare il comando a uno dei suoi fedeli colleghi di partito, chiudendo la porta in faccia al socialista Testa. Questi sono i fatti. Dispiace, pertanto, notare che il consigliere regionale non solo ha preso un abbaglio, ma che preferisce evidentemente dirottare l’attenzione pubblica altrove, piuttosto che spiegare l’origine delle tante crepe che si stanno formando all’interno del Pd ciampinese. In queste ultime settimane, infatti, alcuni consiglieri comunali del Pd locale hanno aspramente criticato l’azione del “fido lupiano”, il sindaco facente funzioni Verini, su materie delicate come 167, municipalizzate e asili nido. Segno tangibile di una amministrazione, quella di centrosinistra, ormai spaccata e allo sbando. E’ necessario che Ciampino inverta la rotta, per farlo Mauro Testa è il miglior candidato sindaco, quello che io stesso ho scelto con convinzione dopo il suo rifiuto a sottostare ai giochi di potere di questa maggioranza”. Così in una nota il consigliere regionale di Forza Italia, Adriano Palozzi.

Print Friendly, PDF & Email