Castel Gandolfo, Angeletti risponde a La Pesca

Presa di posizione del Portavoce di Fratelli d'Italia di Castel Gandolfo Fabio Angeletti dopo la nota di Toti e Camerini de La Pesca

0
300
fabio_angeletti
Fabio Angeletti

Presa di posizione del Portavoce di Fratelli d’Italia di Castel Gandolfo Fabio Angeletti dopo la nota di Toti e Camerini de La Pesca

“Una politica che “sorvola”, che “nicchia” per quattro lunghi anni sui problemi che affliggono la nostra Città per poi tirarli fuori ad un anno dalle elezioni amministrative, vuol dire solo una cosa: del bene della sua Città non è mai interessato nulla. Il risultato è sotto gli occhi di tutti. L’Avv. Marta Toti e Maurizio Colacchi, cosa hanno fatto dal 2012 ad oggi per migliorare e/o modificare lo stato delle cose? Nulla. Cosa potevano fare? Tutto il possibile… Combattere, per esempio. Ma si è preferito, a discapito della Città e della sua Comunità, utilizzare il “mal governo” dell’attuale amministrazione per la campagna elettorale. Ma allora a cosa servono i Consiglieri. Qual è il loro ruolo all’interno del Consiglio comunale? Come la vedo io, il ruolo del Consigliere comunale è un ruolo primario all’interno della gestione Ente Locale e vi è una responsabilità assunta, il giorno del voto, nei confronti dell’elettore che non è semplicemente quella di alzare la mano in segno di approvazione, di urlare per opporsi in segno di contrarietà oppure, come è capitato spesso, astenersi dall’esprimere la propria preferenza. La responsabilità è di provare a fare qualcosa per la propria Città nel quale si è eletti, per i cittadini che hanno riposto in lui un barlume di speranza. Svolgere al meglio il proprio ruolo è un buon viatico per recuperare il rapporto di fiducia dei cittadini nei confronti dei politici, perché i politici non sono tutti uguali, e un’altra politica è sempre possibile”. Lo dichiara Fabio Angeletti, portavoce di Fdi Castel Gandolfo

Print Friendly, PDF & Email