Controlli coordinati delle forze dell’ordine al centro di Frascati

0
1133
Polizia di Stato
Pattuglia della Polizia di Stato
Polizia di Stato
Pattuglia della Polizia di Stato

E’ stato effettuato a Frascati lo scorso weekend un servizio appiedato di controllo del territorio con pattuglie interforze di Polizia di Stato e di Polizia Locale, che hanno eseguito fino a tarda notte una serie di controlli nel centro città per garantire e tutelare la sicurezza dei cittadini. Si tratta di una collaborazione, realizzata grazia alla disponibilità del nuovo Vice Questore Aggiunto del Commissariato di Pubblica Sicurezza dott.ssa Pamela Di Giorgi, con la quale si intende instaurare un’innovativa attività di sicurezza integrata, per mettere in rete risorse e professionalità diverse incrementando il coinvolgimento delle altre istituzioni, cui compete in via principale la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica.

«L’attività messa in campo congiuntamente dalla Polizia di Stato e dalla Polizia Locale ha consentito di monitorare il centro soprattutto con l’intenzione di prevenire lo “sballo etilico” e le possibili aggressioni nel centro cittadino, verificare i locali della movida e i loro frequentatori – dichiara il Sindaco di Frascati Alessandro Spalletta -. Sarà importante in questa fase continuare a coinvolgere i cittadini di Frascati e i gestori degli esercizi commerciali per attuare un’efficace e importante attività di prevenzione nei confronti dei minori. Desidero ringraziare per questo il nuovo Vice Questore aggiunto del Commissariato di Polizia Pamela De Giorgi e la Comandante della Polizia Locale Barbara Luciani».

Il servizio di presidio appiedato del territorio si è incentrato in particolare sulla vendita di alcolici da asporto ai minori, incrementando i controlli per verificare il rispetto della normativa che regola la vendita di bevande ai minorenni. I controlli si sono concentrati su negozi e supermercati, oltre che nei locali della movida, nei quali i giovani possono consumare bevande alcoliche, spesso oltrepassando i limiti consentiti. Molti locali sono risultati in regola con le norme sulla somministrazione di alcool ai minori. Nel complesso sono stati circa 100 i giovani controllati e quattro i verbali contestati a titolari di attività del centro, che hanno venduto bevande a minori. Si ricorda che le multe variano in base all’età del minore: se ha meno di 16 anni la violazione è penale, e si può arrivare fino alla sospensione della licenza per l’esercizio commerciale; se invece il minore ha tra i 16 e i 18 anni, la sanzione sarà amministrativa. Qualora l’infrazione si verificasse più di una volta, scatterebbe la sospensione dell’attività per tre mesi. Non si deve dimenticare che è un obbligo la richiesta di un documento di identità da parte del venditore, a meno che l’età del giovane non sia manifesta.

«Il problema è che molti minori non si limitano a “bere qualcosa”, ma cercano lo sballo alcolico, che può portare direttamente al coma etilico e in ogni caso provoca in loro danni psicofisici, nonché problemi di ordine pubblico nelle strade – dichiara il Comandante della Polizia Locale Barbara Luciani -. Per questo aspetto abbiamo pertanto inteso avviare un’attenta attività di prevenzione sul territorio, controllando e informando gli esercenti delle normative in materia di vendita di alcolici».

Print Friendly, PDF & Email