Divino Amore, divampa la polemica politica a Marino

Liberi e Uguali Marino sull'urbanizzazione del Divino Amore: "Stop alla strumentalizzazione politica. La città prima di tutto"

0
654
Marino
Marino via Divino Amore
leu_lazio
Liberi e Uguali Lazio

“Il tema urbanistico a Marino, è sempre molto caldo ed in campagna elettorale si accende di colpo, segno di una strumentalizzazione politica estrema, ed ecco che si viene a riparlare come sempre dell’ “Affare Divino Amore”, ed il tutto in assenza di fatti nuovi, ne atti politici ne amministrativi di rilievo, tant’è che neanche dal Tar ci arrivano sentenze ne pro ne contro l’urbanizzazione. Gli aderenti a Liberi e Uguali, sono stati sempre contrari alla speculazione edilizia, ritenendo che ci si debba concentrare più sul recupero di stabili fatiscenti che sul consumo di territorio, stante poi l’enorme mole di case realizzate ed invendute sul nostro territorio, il tutto avvenuto poi senza uno sviluppo di un conseguente piano dei servizi. Conseguenza è standard urbanistici insufficienti: e cioè mancanza di servizi adeguati al numero di abitanti. Stante questi problemi importanti ed urgenti, dopo quasi due anni di amministrazione grillina aspettiamo di conoscere le tempistiche per la realizzazione di uno Piano Regolatore Generale, quello che consentirà di conoscere e valutare, lo strumento che programmerà lo sviluppo della nostra città per i prossimi decenni. Senza scendere in sterile polemica, ricordiamo solo quanto promesso e scritto nel programma elettorale di chi ha vinto le elezioni sul tema urbanistico: “opzione zero cemento”, nuovo PRG, ristrutturazione del Centro Storico, agevolazioni alle ristrutturazioni ad opera di privati, verifica delle Convenzioni urbanistiche, avvio di un concorso di idee in collegamento con le università per la riprogettazione del territorio. Abbiamo però assistito dopo circa 6 mesi al passaggio delle deleghe sull’urbanistica, alla mancanza temporanea del dirigente, per il resto poco o nulla. Chiediamo al M5S al governo di Palazzo Colonna, di non alimentare una polemica strumentale a fini politici, ma concentrarsi sulla realizzazione del programma elettorale, ad oggi chiuso nel cassetto dei sogni”. Così dichiara Liberi e Uguali Marino