FORMALBA: Parte il Progetto Sport 2023

Presentate le maglie che gli Allievi dell'Ente di Formazione Professionale indosseranno ai Campionati Steudenteschi 2023 organizzati dal Ministero dell'Istruzione e dal Settore Giovanile e Scolastico della FIGC

0
450

Parte, con il 2023, il Progetto Sport di Formalba, con l’iscrizione della squadra di Calcio a cinque della Sede di Cecchina ai Campionati Studenteschi che partiranno alla fine del mese di Gennaio. Squadra pronta, agli ordini di Mister Alessandro Sambucini e composta da giocatori che, al di fuori degli impegni scolastici, giocano nelle squadre presenti sul territorio dei Castelli Romani. Claudio Raspagni, indicato dai compagni come Capitano della squadra, ci racconta le sue emozioni e le sue aspettative: “Siamo contenti che finalmente anche il calcio, che noi tutti ragazzi amiamo, è entrato nei percorsi di Formalba, la scuola che ci  ospita. Siamo coscienti di essere tra i più giovani (Formalba ha i percorsi formativi della durata di tre anni ndr), ma siamo determinati a dare il meglio di noi stessi per onorare la maglia che indossiamo e per ripagare i nostri professori della fiducia che hanno avuto in noi. Con l’aiuto di tutti i miei compagni, sono sicuro che daremo grosse soddisfazioni a tutti, impegnandoci al massimo e dimostrando di essere un gruppo vero, nel nome dello sport e del fair play.

Oggi presentazione ufficiale delle maglie che i ragazzi indosseranno nei confronti con le rappresentative degli altri Istituti scolastici del territorio, nella manifestazione organizzata dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con il Settore Giovanile e Scolastico della Federcalcio.

“E’ una ulteriore opportunità per i ragazzi e le ragazze che si sono iscritti ai nostri percorsi professionali – ci dice il Prof. Alessandro Sambucini, preparatore dei portieri di calcio a cinque e docente di Meccanica presso la Sede Formalba di cecchina – Lo sport è un modo di formare i ragazzi alla vita e permette di creare, all’interno della classe un clima di serenità e di sana competizione. Vogliamo che attraverso questa esperienza si sviluppi un percorso di rispetto delle regole e di educazione allo stare insieme. Metterò a disposizione la mia esperienza professionale perché sia un momento bello e coinvolgente, nel nome dei principi che lo sport rappresenta.”