Frascati, “Insieme con Mastrosanti” sull’intitolazione dell’aula consiliare a Falcone e Borsellino

0
1389
mastrosanti_intitolazione_aula_falcone_borsellino
Il cs del Gruppo "Insieme con Mastrosanti"sull'intitolazione dell'aula consiliare ai giudici Falcone e Borsellino

 

mastrosanti_intitolazione_aula_falcone_borsellino
Il cs del Gruppo “Insieme con Mastrosanti”sull’intitolazione dell’aula consiliare ai giudici Falcone e Borsellino
mastrosanti_intitolazione_aula_falcone_borsellino
Il cs del Gruppo “Insieme con Mastrosanti”sull’intitolazione dell’aula consiliare ai giudici Falcone e Borsellino

INTITOLAZIONE DELL’AULA CONSILIARE AI GIUDICI FALCONE E BORSELLINO

“Il Gruppo Consiliare “Insieme con Mastrosanti” ritiene necessarie e doverose alcune precisazioni a rettifica di quanto riportato con riferimento all’articolo pubblicato in data odierna (12 febbraio 2016 ndr) sull’articolo “Il Mamilio”, inerente la proposta di intestare l’aula consiliare ai due Giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino – inizia così la nota del gruppo consiliare al Comune di Frascati formato da Roberto Mastrosanti, Paola Gizzi e Franco D’Uffizi che noi riceviamo e pubblichiamo . In particolare si ritiene di evidenziare – anche per le implicazioni istituzionali e politiche che investe -, come la proposta non provenga “da alcuni Consiglieri di minoranza”, ma sia una proposta approvata all’unanimità, quindi anche dai componenti della maggioranza oltre che delle opposizioni, dalla Commissione Toponomastica Comunale.

Questa la cronistoria dei fatti:

– durante il Consiglio Comunale del 2 settembre 2014 si è discussa una mozione (prot. 30745 del 23.07.2014) presentata dal Gruppo “Insieme per Mastrosanti” ed avente ad oggetto: “Intitolazione della scuola materna di Cocciano a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino; – in sede di discussione i Capogruppo di maggioranza Neroni (PD) e Carlini (Civico) presentavano un O.D.G. dove si affermava la competenza della Commissione Affari Istituzionali, nella composizione di Commissione Toponomastica, per l’analisi della proposta;

– la mozione veniva respinta con dieci voti contrari mentre l’O.D.G. veniva approvato con i medesimi dieci voti favorevoli; – come da decisione Consiliare, l’allora Presidente della Commissione Affari Istituzionali, Cons. Mastrosanti, inseriva la tematica nell’ordine del giorno della seduta del giorno 21 novembre 2014;

– essendo emerso nel corso della discussione che fosse, anche simbolicamente, più opportuna l’intitolazione di un luogo istituzionale alla memoria dei due Uomini e Magistrati, la Commissione all’unanimità decise di proporre l’intestazione dell’aula Consiliare, proposta evidentemente e con soddisfazione condivisa dai presentatori della originaria Mozione, il Gruppo “Insieme per Mastrosanti”;

– in data 19 giugno 2015 la Funzionaria Responsabile del Comune comunicava ai Commissari che la delibera di intestazione dell’aula ai Giudici Falcone e Borsellino era stata da tempo predisposta e sottoposta all’attenzione del Sindaco per la prosecuzione dell’iter.

Questi la realtà dei fatti – continua così la nota stampa del gruppo consiliare frascatano “Insieme con Mastrosanti”.

Una proposta che ha fatto il suo iter ed è stata condivisa all’unanimità dai Gruppi Consiliari di maggioranza ed opposizione; una proposta che è stata formalizzata documentalmente attraverso la predisposizione della Delibera di Giunta sottoposta da quasi un anno alla attenzione del Sindaco; un Sindaco che se ne disinteressa e la tiene nel cassetto, e solo quando viene sollecitato dal Gruppo “Insieme per Mastrosanti” a darvi attuazione, la disattende e scredita come se nulla rappresentasse. Questo, a nostro sommesso avviso, avrebbe dovuto evidenziare l’articolo de “Il Mamilio”. Un primo cittadino che disprezza il lavoro delle Commissioni e della unanimità politica rappresentata in Consiglio, smentisce e scredita le decisioni dei capigruppo della sua maggioranza, pensa di poter fare come gli pare senza peraltro fare nulla, visto che ha solo paralizzato un iter amministrativo completato da tempo. Questa è la parte vergognosa di questa triste vicenda, una ulteriore pagina buia di questa buia amministrazione! Ai due magistrati, che all’onesta, alla morale, alla dedizione alle istituzioni hanno immolato la loro stessa vita, deve essere intitolata, per il nostro Gruppo, come già deciso dalla Commissione Toponomastica, l’aula consiliare, l’aula simbolo del governo cittadino, a perenne monito, per tutti coloro che hanno l’onore/onere di rappresentare i propri concittadini, che quegli stessi valori per cui Falcone e Borsellino sono stati uccisi, sono valori imprescindibili e non negoziabili per ogni singolo amministratore pubblico. Contro l’arroganza di questo Sindaco, al quale per sempre ascriveremo la responsabilità di questa vergogna che si è consumata in aula durante l’ultimo Consiglio Comunale, ci batteremo senza sosta – si conclude così la nota  – in ogni sede, investendo della questione anche gli organi di rappresentanza di governo”

Print Friendly, PDF & Email