Fratelli d’Italia “Rabbia e amore per Albano”

Parla il coordinatore di FdI ad Albano Roberto Cuccioletta dopo la conferenza programmatica del partito in vista delle elezioni communali

0
554

Si è tenuta la conferenza programmatica di Fdi Albano Laziale: ci puoi dire i principali punti di programma e le proposte concrete che sono emerse?

“Fratelli d’Italia si pone come obiettivo dare un contributo importante nella stesura del programma elettorale, avendo chiaro che Albano ha bisogno di un concreto cambio di passo. Di qui l’esigenza di convocare una assemblea programmatica. E’ stato un momento di confronto tra chi ci rappresenta nelle istituzioni, i militanti e i simpatizzanti di Fratelli d’Italia”.

Queste le parole del coordinatore comunale del partito di Giorgia Meloni ad Albano Roberto Cuccioletta, dopo che il suo partito ha celebrato un importante assemblea programmatica lo scorso fine settimana, in vista delle elezioni comunali di Settembre.

“Il candidato sindaco della nostra coalizione, che non a caso si chiama Patto per la Crescita, Matteo Orciuoli, ha avuto modo di recepire interessanti proposte da condividere con i nostri alleati ed inserire nel suo programma elettorale”.

Scendiamo nel merito delle proposte allora:

“Molte le proposte raccolte, tra le tante vogliamo segnalare quella relativa alla revisione del piano regolatore con lo scopo di dare ad Albano una visione di una città moderna. Ci piace segnalare le proposte relative alla predisposizione di un piano di eliminazione delle barriere architettoniche, ad un nuovo sistema di trasporto integrato con le reali esigenze della popolazione e alla ormai indispensabile necessità di realizzare nuovi parcheggi, senza i quali sarebbe impossibile immaginare uno sviluppo concreto delle attività commerciali e produttive. Una attenzione speciale è stata rivolta alla sicurezza urbana, esigenza particolarmente sentita oggi dai cittadini della nostra città. Altri punti programmatici meritevoli di menzione sono quelli relativi all’importanza di accedere ai fondi europei per le imprese, alla formazione e al rilancio delle aree di crisi industriale. E’ emersa, inoltre, la necessità di immaginare Albano inserita in un quadro metropolitano più ampio, attraverso un progetto comune con i comuni confinanti. Obiettivo è creare un polo turistico di eccellenza e un brand univoco di eccellenza dei Castelli Romani. Chiaramente ampio spazio è stato dedicato alle esigenze degli anziani, dei più deboli e delle famiglie in difficoltà senza dimenticarsi dei giovani che rappresentano il futuro non solo di Albano ma della nostra nazione. I cittadini di Albano devono veder migliorare la loro qualità della vita, per questo abbiamo dato grande rilevanza alle questioni del decoro, della manutenzione e della riqualificazione urbana”.

Per il turismo e non solo, Fratelli d’Italia si presenta ai nastri di partenza di questa stagione elettorale ai Castelli Romani con un risultato tangibile ottenuto dal suo Presidente Provinciale: quel Marco Silvestroni che proprio tra Ariccia ed Albano ha iniziato il suo percorso politico. E’ di Silvestroni infatti la proposta, approvata alla Camera recentemente, per la creazione della metropolitana dei Castelli. Una linea ferroviaria veloce che colleghi i territori con Roma, sul modello di una metropolitana di Superfice. Oltre ai motivi di vanto però FdI ad Albano ha dovuto iniziare con una rinuncia: Massimo Ferrarini, uno degli esponenti di punta del partito e di tutto il centrodestra albanense, che aveva rivendicato la propria candidatura a Sindaco, ha scelto di fare un passo indietro a favore di Orciuoli.

Cuccioletta, questo gesto ha permesso al centrodestra di ritrovare la sua unità, cosa che cinque anni fa non è stata possibile: siete diventati più malleabili o quali sono le vere ragioni di questa scelta politica?

“Spiegare la scelta di sostenere Matteo Mauro Orciuoli, dopo il passo indietro del nostro candidato Massimo Ferrarini, non è poi così difficile. Veniamo da dieci anni di un’amministrazione distratta ed indolente che è stata capace di togliere dignità ad una delle città più importanti dei Castelli Romani. La Albano che vediamo oggi è una città che ci fa sperare e ci fa arrabbiare. Sperare perché c’è un mondo fatto di persone, imprese, imprenditori, attività commerciali e professionisti che sono riusciti ad ottenere risultati straordinari anche in momenti critici come quelli che abbiamo appena passato. Figuriamoci dove potremmo arrivare con un governo della città capace di fare sistema con le nostre realtà produttive ed imprenditoriali. Fa arrabbiare perché la politica non è stata in grado di dare queste risposte e prendiamo atto che l’unico responsabile sia stato questo governo di sinistra, che, invece di spendere le risorse per investimenti pubblici, di sbloccare gli appalti, di tagliare la burocrazia è stato solo in grado di aumentare le tasse, aumentare la burocrazia, bloccare gli investimenti,e svilire il patrimonio comunale per la totale assenza di manutenzione. Da qui l’esigenza di mettere da parte ogni egoismo e ambizione personale: il nostro obiettivo principale è l’interesse generale ed il bene comune”.

Tutti i sondaggi danno Fdi in forte crescita a livello nazionale, ma solitamente quando si vota per le amministrative il vostro partito subisce una flessione: ci puo dire perché ad Albano sarà importante votare la lista di Fdi all’interno del centrodestra?

“Non mi trovo d’accordo con questa tua analisi. Fratelli d’Italia si è presentato per la prima volta alle amministrative del 2015 raggiungendo un risultato perfettamente in linea con la media nazionale. Da allora, merito soprattutto dell’attività svolta da tutti gli iscritti che hanno investito il loro tempo volontariamente a sostegno di un valido progetto politico, Fratelli d’Italia ha saputo svolgere una ferma e costante attività di opposizione alla maggioranza di sinistra e porre la giusta attenzione alle esigenze della città. L’attività svolta all’interno del consiglio comunale da parte dei quattro consiglieri è stata costante e determinata in tutti i dieci anni di amministrazione Marini. Con queste premesse mi chiedo per quale motivo non si dovrebbe votare Fratelli d’Italia alle prossime elezioni amministrative. Per quale motivo la nostra città non dovrebbe dare fiducia a FDI che ha dimostrato, con i fatti, di essere una valida alternativa al PD? La nostra conferenza programmatica ha dimostrato che, attraverso un forte lavoro di squadra, che vedrà coinvolti i nostri consiglieri, i nostri candidati e i nostri militanti insieme ai nostri consiglieri in città metropolitana, i nostri consiglieri regionali sino al nostro deputato di collegio Marco Silvestroni, Fratelli d’Italia potrà dare un forte e sostanziale contributo a Matteo Orciuoli e alla nostra coalizione per dotare Albano di tutti gli strumenti necessari per far rivivere la nostra città”.

Di Andrea Titti

Print Friendly, PDF & Email