I ragazzi della periferia frascatana si organizzano per riqualificare gli spazi sportivi

"Siamo partiti da Cocciano, e il nostro ambizioso sogno è quello di espanderci per poter creare un movimento sportivo accessibile a tutti, intento a fornire alla collettività: attività sportive e sociali, riattivazione degli impianti sportivi (da recuperare o degradati), intrattenimento sociale" così continuano i ragazzi.

0
335

Siamo un gruppo, di ragazzi, dai 20 ai 30 anni, che si stanno impegnando ad organizzare eventi sportivi (con tornei di basket 3vs3 per il momento) per la riqualificazione degli spazi della periferia frascatana”. Inizia così la nostra chiacchierata con i protagonisti di un iniziativa sociale che parte dal basso da parte di questo gruppo di ragazzi.

“Siamo partiti da Cocciano, e il nostro ambizioso sogno è quello di espanderci per poter creare un movimento sportivo accessibile a tutti, intento a fornire alla collettività: attività sportive e sociali, riattivazione degli impianti sportivi (da recuperare o degradati), intrattenimento sociale” così continuano i ragazzi.

“La pagina Instagram per seguire questo gruppo “volenteroso” – come si definiscono i ragazzi . e le sue attività è: @playgroundcocciano”.

“Il nostro obiettivo è l’inclusione, nessuno va discriminato e/o allontanato dai campetti (vedi Cocciano ndr). Vogliamo partire da dal basso in maniera partecipata, frequentare gli spazi assieme a chi frequenta normalmente, senza nessuna pretesa di essere padroni di qualcosa che è e resta pubblico per tutti e deve essere partecipato da tutti. Vogliamo riapprioparci degli a modo nostro e e rendere migliore dal punto di vista sociale gli spazi messi a disposizione della collettività” Lo dichiara Federico Gatta, uno dei promotori dell’iniziativa.