Il 27 Gennaio 2019 si celebra la Giornata della Memoria

Tutte le informazioni e le notizie sulle celebrazioni della Giornata della Memoria 2019, domenica 27 gennaio, sul nostro territorio

0
751
memoria
Giornata della Memoria 2019

GIORNATA DELLA MEMORIA, PER NON DIMENTICARE

Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria per ricordare le vittime dell’Olocausto. Il Comune di Genzano di Roma – in collaborazione con l’Anpi di Genzano di Roma – organizza l’evento commemorativo tradizionale che avrà luogo a Parco Amati, in ricordo del nostro concittadino Giulio Amati che morì a Landsberg il 20 aprile 1945.

Per sensibilizzare i cittadini più giovani sul tema, anche per quest’anno l’Amministrazione – in collaborazione con il cinema Cynthianum – promuove un progetto didattico che coinvolge le scuole secondarie di primo grado. L’evento, che si terrà lunedì 28 gennaio proprio per consentire la partecipazione degli studenti in orario scolastico, consiste nella proiezione di un film sul tema.

Marino. Presso BiblioPop, iniziativa per la giornata della Memoria

memoria
Giorno della Memoria

L’Associazione Acab, coerente col proprio impianto ideale di rispetto e identificazione nella Costituzione repubblicana nata dalla Resistenza, per la giornata della Memoria, il 27 gennaio, ha scelto di promuovere due iniziative.

Una è l’allestimento di una mostra. In particolare la riduzione della già nota e prestigiosa “La Gioconda di Lvov”. Da cui i nostri curatori hanno tratto “Immagini spontanee e testi relativi ai fatti dello sterminio. L’olocausto degli zingari.”. I pannelli saranno esposti, con inaugurazione alle ore 10.30, presso BiblioPop.

La seconda iniziativa è la proiezione (riduzione a nostra cura), alle 11.00, del filmato “Volevo solo vivere” di Mimmo Carlopresti.

La giornata sarà presentata dal Presidente di Acab, Sergio Santinelli, la mostra illustrata dal coordinatore Maurizio Aversa, e la giornata BiblioPop per la Memoria inaugurata dall’assessore alla cultura del comune di Marino, Paola Tiberi.

“Confidiamo – ha detto il Presidente di Acab – che ci sia una buona partecipazione, sia nella giornata che inaugura la mostra, sia nella settimana successiva che la vedrà esposta. Del resto, che la violenza fascista e nazista abbiano compiuto i gesti ignominiosi contro il popolo ebraico, contro le minoranze etniche, sociali, politiche è storia. Ma che non tutti gli aspetti, nel tempo, siano giustamente rammentati accade. Per questo – conclude  Sergio Santinelli – abbiamo scelto di aprire la mostra con la nota poesia/denuncia di Bertoldt Brecht; per questo al sacrificio di vite umane pagato con sei milioni di assassinati ebrei, abbiamo voluto ricordare, oggi, anche i cinque milioni di zingari a cui è stata riservata la stessa fine dalla barbarie nazifascista.”.

giornatamemoria19
Giornata della Memoria 2019

LA GIORNATA DELLA MEMORIA A MARINO

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE ADERISCE ALLE INIZIATIVE

PROMOSSE DALLE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO

In occasione della GIORNATA DELLA MEMORIA 2019, venerdì 25 gennaio alle ore 12,00 presso la Sala teatro VITTORIA si terrà un Matinèe riservato alle scuole dal titolo  “Olocausti”, conferenza-spettacolo, frutto della collaborazione attiva tra le Associazioni Artemista, Archeoclub Colli Albani e A.N,P.I. “ Sez. A. Del Gobbo”. La manifestazione rientra nel Progetto “Dalle Radici agli Orizzonti” – Officine Culturali Regione Lazio Seconda Annualità Stagione 2018/19.

Nell’intento degli organizzatori si vuole, partendo da questa dolorosa ricorrenza, focalizzare l’attenzione su alcuni dei più sanguinosi genocidi della storia e stimolare le giovani generazioni a riflettere su temi attuali, afferenti la paura nei confronti del “diverso”, dello straniero e le discriminazioni connesse.

La storia, magister vitae, ci insegna che i crimini più efferati contro l’umanità siano stati perpetrati alimentandosi della “paura”, spesso propagandata.

Domenica 27 gennaio alle ore 10,30 presso la BIBLIOPOP di Santa Maria delle Mole verrà inaugurata la Mostra “La Gioconda di Lvov” – immagini spontanee e testi relativi ai fatti dello sterminio . L’Olocausto degli zingari. Si proseguirà alle ore 11,00 con la proiezione del filmato “Volevo solo vivere” di Mimmo Calopresti, un film del 2006, presentato fuori concorso al 59º Festival di Cannes.[]  Si tratta di un documentario che ha come argomento principale la Shoah. Entrambe le iniziative sono a cura dell’Associazione ACAB di Marino.

Sempre domenica 27 gennaio alle ore 18,30 presso la Sala Lepanto l’Associazione Senza Frontiere onlus propone la proiezione del film “Storia di una ladra di libri” (Uk, 2013) diretto da Brian Percival, con protagonisti Sophie Nélisse, Geoffrey Rush ed Emily Watson. La pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo Storia di una ladra di libri (pubblicato inizialmente in Italia col titolo La bambina che salvava i libri), scritto da Markus Zusak nel 2005.

“Ringrazio vivamente tutte le Associazioni che hanno messo in campo le iniziative per celebrare la Giornata della Memoria – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Paola Tiberi –

Tutte di grande spessore e meritevoli di essere segnalate alla cittadinanza. Bisogna essere consapevoli degli errori del passato per evitare di commetterne altri  nel futuro. E’ per questo che nel manifesto celebrativo abbiamo voluto rimarcare a grandi lettere il testo della lapide posta ad Auschwitz-Birkenau : GRIDO DI DISPERAZIONE ED AMMONIMENTO ALL’UMANITA’ SIA PER SEMPRE QUESTO LUOGO DOVE I NAZISTI UCCISERO CIRCA UN MILIONE E MEZZO DI UOMINI, DONNE E BAMBINI, PRINCIPALMENTE EBREI, DA VARI PAESI D’EUROPA”.

GIORNO DELLA MEMORIA,  IL SINDACO ANDREOTTI SCRIVE AI DOCENTI DELLE SCUOLE:

“CONTINUATE A SENSIBILIZZARE GLI STUDENTI SU QUESTA IMPORTANTE RICORRENZA”

Al teatro ex Sacro Cuore convegno sulle leggi razziali  a cura del Cantiere delle idee

Domenica 27 Gennaio 2019, Giorno della Memoria, alle ore 16,45 presso il teatro della scuola Falcone (ex Sacro Cuore) a Grottaferrata, l’associazione culturale Il cantiere delle idee con il patrocinio del Comune di Grottaferrata e del Dipartimento Cultura della Comunità Ebraica di Roma, presenta: ”I colori della vergogna: dalle leggi razziali al ritorno”.

interverranno Carlo Corsetti, storico dei diritti umani, Fabiana Di Segni e Anna Segre curatrici del libro “Fatina Sed – Biografia di una vita in più” e le voci giovanili della Corale Polifonica di Grottaferrata diretta da Massimo Laurelli.

Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti a nome dell’intera Amministrazione comunale ha indirizzato nei giorni scorsi una lettera ai dirigenti delle scuole sottolineando l’importanza dell’iniziativa promossa e rivolgendo un caloroso invito alla sensibilizzazione della popolazione studentesca grottaferratese sulla ricorrenza attraverso le iniziative che si riterranno più opportune al fine di rendere edotti i ragazzi sui terribili eventi accaduti nel periodo storico oggetto della commemorazione.

“E’ nostra convinzione – scrive il primo cittadino – che nessuna occasione debba essere trascurata per riaffermare i valori di solidarietà verso i più deboli e contro ogni forma di discriminazione e violenza garantiti dalla nostra Costituzione”.

Quindi rivolgendosi espressamente ai docenti Andreotti conclude il messaggio: “Ogni giorno dedicate la vostra vita a formare i nostri giovani per farne cittadini maturi e consapevoli. E di questo l’intera Amministrazione comunale vi è profondamente e sinceramente grata. Vi ringraziamo anticipatamente per quanto vorrete fare anche in questa occasione”.

sala_lepanto
Sala Lepanto

Marino, Sala Lepanto: le iniziative di Senza Frontiere Onlus per il 26 e 27 gennaio

Weekend ricco di iniziative presso la Sala Lepanto (Piazza Lepanto, 1 – Marino), gestita da Senza Frontiere Onlus. Si partirà sabato 26 gennaio, alle ore 21, con la presentazione e la prima proiezione pubblica del cortometraggio “Le case hanno l’odore di chi le abita” di Matteo Berruto (interpreti: Matteo Berruto e Romana Maggiora Vergano). Sarà, inoltre, presentato e proiettato “Fifteen minutes are too much”, primo cortometraggio interamente scritto e diretto da Gianmarco Rizzo (interprete: Emanuele Baroni). Entrambi i cortometraggi sono prodotti e realizzati tramite il service sociale audio – video “Fujakkà – sostegno al cinema indipendente” di Ciampino. L’ingresso sarà ad offerta libera ed il ricavato andrà a sostenere i costi di produzione.

Domenica 27 gennaio, alle ore 18.30, in occasione della Giornata della Memoria, l’associazione Senza Frontiere Onlus e Mark Film – Circolo del Cinema proietteranno il film “Storia di una ladra di libri”, pellicola drammatica di Brian Percival tratto dal romanzo di Markus Zusak, con la giovane Marie-Sophie Nélisse, Geoffrey Rush ed Emily Watson. La proiezione rientra nelle iniziative istituzionali del Comune di Marino per la Giornata della Memoria. Di seguito la trama del film.

Germania, 1939. Durante l’ascesa del nazismo, Liesel Meminger, una bambina di nove anni che ha perduto il fratellino Werner, è costretta a lasciare la Germania per la città di Molching, dove raggiunge Rosa e Hans, i suoi genitori adottivi. Per sopravvivere agli orrori della seconda guerra mondiale, trova conforto in un libricino che recupera in un cimitero e con cui impara a leggere. Da quella prima esperienza con la lettura, inizia a rubare libri per condividerli con gli altri mentre i suoi nuovi genitori nascondono un ebreo in casa.

Marino: al Civico 20 di Via Calatafimi il Presidio della Memoria, a cura del comitato “La mia casa è Piazza Grande”

memoria
Pd Marino celebra la Giornata della Memoria

Un vero e proprio Presidio della Memoria, quello organizzato dal comitato “La mia casa è Piazza Grande” di Marino, a sostegno di Nicola Zingaretti Segretario del Partito Democratico, nelle giornate di sabato 26 e domenica 27 gennaio presso il “Civico 20” di Via Calatafimi in località Cava dei Selci per celebrare il Giorno della Memoria. Un’iniziativa durante la quale sono state riportate alla memoria le atrocità del periodo nazifascista, affinché esse non possano mai più ripetersi. Alla due giorni di Memoria hanno presenziato, oltre ai consiglieri comunali promotori ed organizzatori Franca Silvani e Gianfranco Venanzoni, anche il Presidente del Consiglio Comunale Sante Narcisi, il Vice Sindaco Paola Tiberi, l’Assessore Barbara Cerro, i consiglieri comunali Eleonora Di Giulio ed Enrico Iozzi e il segretario del Partito Democratico Sergio Ambrogiani. L’iniziativa è iniziata sabato mattina con l’inaugurazione della mostra tratta da “1938 – 2018 ottant’anni dalle Leggi Razziali in Italia” e la presentazione “Selce della Memoria 2019” dedicata a “tutti i bambini che non sono tornati”. La mostra “1938 – 2018 ottant’anni dalle Leggi Razziali in Italia”, tenutasi al Museo del Carcere “Le Nuove” di Torino fra il 12 aprile e il 1 giugno 2018, è nata dalla collaborazione  tra ARFestival e Cartoons on the bay. Essa raccoglie le opere di 160 tra fumettisti e illustratori dagli stili e percorsi più diversi e dalla riconosciuta professionalità, che si sono posti al servizio di un racconto della Memoria attraverso il linguaggio dei cartoon, del fumetto e dell’arte del disegno. Un’iniziativa che ha dato l’opportunità di scoprire che anche a Marino ci sono grandi personalità del mondo del fumetto come Mauro Uzzeo nato a Marino, che ha curato la mostra, Davide De Cubellis in arte DeCu cittadino marinese e Federico Rossi Edrighi nato anch’egli a Marino. A seguire si sono tenute letture tratte dalle tre antologie del progetto “Memoria CDEC”, a cura della Professoressa Liliana Di Ruscio. La giornata di domenica si è caratterizzata con l’omaggio ai Selci della Memoria posati insieme a due alberi nel Parco della Pace di Cava dei Selci nel 2012, in ricordo di Primo Levi e di Otello Marrucci deportato a Buchenwald. Al ricordo ha partecipato anche la famiglia Marrucci. I Selci della Memoria sono realizzati, restaurati e curati grazie alla sensibilità dell’Associazione Insieme per il Parco e nei prossimi giorni saranno di nuovo  installati dagli stessi nel Parco della Pace a Cava dei Selci, affinché possano costituire per tutti un quotidiano inciampo nella  Memoria. A seguire Francesca Marrucci, presidente di Punto a Capo Onlus, ha letto alcuni brani sul tema della Memoria.

“Leggi razziali e memorie di un Paese” al Teatro Artemisio con Memoria ‘900 e Assessorato alla Cultura

memoria
Memorie di un Paese

28 Gennaio h.22:25 – “Leggi razziali e memorie di un Paese”, questo è stato il tema trattato il 25 gennaio presso il teatro Artemisio- Volonté, in un evento organizzato dall’Associazione Memoria ’900 e dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Velletri, nell’ambito delle molte iniziative che si legano alla Giornata della Memoria. Gli studenti delle scuole superiori di Velletri, due classi del Campus dei Licei Massimiliano Ramadu di Cisterna, alunni della scuola primaria di via Paolina e le classi quarte e quinte della scuola primaria di Casale, hanno riempito platea e galleria del Teatro Artemisio GMV; studenti ed alunni che hanno partecipato con attenzione, forti di percorsi didattici condotti nelle scuole sulle tematiche trattate, grazie all’impegno professionale e civile dei loro docenti.  Ci piace segnalare gli alunni di Casale che seguono un percorso pilota “Camminando sulla strade dei Giusti” insieme agli studenti del Liceo Sociale Mancinelli-Falconi, di Velletri.  Cristina Picca ha aperto la manifestazione con il brano Schindlers’list suonato al violino, in un commovente silenzio da parte del pubblico, quindi, il sindaco di Velletri, Orlando Pocci, ha rivolto un saluto ai giovani, richiamando i principi della tolleranza, della solidarietà e dell’accoglienza, contro ogni forma di discriminazione e, al termine del suo intervento, è stato quindi proiettato un estratto del video “Velletri 1944” riguardante  le leggi razziali, prodotto da Memoria ’900. Emanuela Treggiari, vice presidente  dell’Associazione Memoria ’900 e coordinatrice della  manifestazione, ha presentato gli ospiti invitandoli a prendere la parola. Angelo Di Cave, un signore ormai  avanti nell’età, ha narrato le vicende della sua famiglia, dalla sorella allontanata dalla scuola pubblica, all’aiuto ricevuto da famiglie veliterne, alla deportazione dei nonni e di altri familiari ad Aushhwitz, da cui non fecero ritorno. Antonietta Lucchetti, docente di scuola primaria, ha offerto una panoramica sulla comunità ebraica nella nostra città, dal 1300 fino ad arrivare alla tragedia della Shoah, che segnò la fine della presenza a Velletri della componente ebraica. Il presidente Anci del Lazio e sindaco di Albano, Nicola Marini,  si è  rivolto direttamente agli studenti riportando le parole del Presidente Mattarella  che ha  definito l’antisemitismo un virus pronto a risvegliarsi. L’intervento del deputato del parlamento italiano, Emanuele  Fiano, del Partito democratico, ha segnato un momento alto della giornata quando, parlando anch’egli della storia della sua famiglia, di suo padre Nedo, prima deportato ad Auschwtz e liberato nel ’45 dal campo di Buchenwald, ha richiamato la responsabilità individuale nelle scelte anche quando queste si pongono in antitesi con quelle operata da una maggioranza, il più delle volte acritica e sottomessa, specie nei regimi totalitari. Si è soffermato sulla problematicità di operare scelte etiche quando queste contrastino con leggi dello Stato. Il richiamo alla attualità è venuto da parte dei ragazzi  che sono intervenuti, ai quali Emanuela Fiano ha risposto spiegando come condizioni differenti non consentono nella storia facili accostamenti  ma al contempo come libertà e diritti non sono mai conquistati definitivamente, nelle società in continuo. Anche gli interventi dei più giovani hanno trovato risposte  profonde e al contempo comprensibili. Apprezzato da tutti l’interventi di Giuliano Aureli,  presidente della sezione ANPI di Velletri, medaglia per la Liberazione di Roma e figura molto amata per la sua vicinanza alle giovani generazioni. Prima delle conclusioni da parte dell’Assessore alla Cultura, Romina Trenta, il Presidente di Memoria ’900 Gaetano Campanile, ha salutato gli studenti, apprezzandone la partecipazione e ha donato agli ospiti copia della versione integrale del docufilm “Velletri 1944”. A chiudere la manifestazione è stata Romina Trenta che ha confermato i valori da tutti i presenti palesemente dichiarati e condivisi, ha ringraziato i  dirigenti scolastici, i docenti per la collaborazione e gli studenti, esprimendo soddisfazione per i lavori che tutte le scuole di Velletri stanno  svolgendo  in occasione della Giornata della Memoria. Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato alla iniziativa, al Presidente del Consiglio comunale e ai molti amministratori  che hanno seguito i lavori della mattinata. Un grazie  anche agli studenti Luca Tora e Luca Crespi dell’istituto C. Battisti, che hanno svolto servizio di accoglienza contribuendo  anch’essi al buon esito della manifestazione.

Marino, tanti studenti alla “Giornata della Memoria” di Senza Frontiere Onlus in Sala Lepanto

memoria
Memoria

31 gennaio h.15:35 – La proiezione del film “Storia di una ladra di libri” alla Sala Lepanto, a cura di Senza Frontiere Onlus, avvenuta domenica 27 dicembre, in occasione del Giorno della Memoria, si è tradotta in un momento di profonda riflessione su ciò che è avvenuto durante l’Olocausto e su ciò che può scaturire dall’odio razziale. Un’iniziativa decisamente riuscita, anche alla luce della nutrita presenza degli studenti delle scuole del territorio. Un segnale importante, soprattutto da parte del corpo docente che ha dimostrato di essere consapevole dell’importanza di rimanere custodi della Memoria e tramandarla alle nuove generazioni, affinché ciò che è stato non accada mai più. Alla manifestazione, inserita nelle iniziative istituzionali del Comune di Marino per la Giornata della Memoria, ha partecipato attivamente anche l’assessore Saverio Audino. La pellicola è stata preceduta dall’intervento di Andrea Fabriziani, segretario di Senza Frontiere Onlus e coordinatore della programmazione del circolo MarkFilm: «Siamo molto soddisfatti dall’esito della serata, la cittadinanza ha risposto. In occasioni significative come queste, dovrebbe essere scontato, ma anche alla luce dei tempi che corrono, non lo è. In sala c’erano tante persone e soprattutto tanti ragazzi delle scuole. La cultura e il cinema sono uno strumento fondamentale per veicolare messaggi fondamentali per la comunità, come quello della Memoria».

Albano Laziale: il Sindaco Marini plaude al Liceo Foscolo, invitato a Cracovia per il Giorno della Memoria

mariani
Mariani, Monachesi e Marini

2 Febbraio h.12 – Una delegazione del Liceo Classico “Ugo Foscolo” di Albano Laziale, guidata dal Prof. Ugo Mancini, ha preso parte lo scorso 25 gennaio alle celebrazioni del Giorno della Memoria a Cracovia. Il Liceo di Albano Laziale è stato invitato dall’Istituto Italiano di Cultura a Cracovia, congiuntamente al Museo di Auschwitz e alla Comunità Ebraica di Cracovia.

Sulla partecipazione è intervenuto il Sindaco Nicola Marini: «Non possiamo che essere orgogliosi che i nostri studenti siano stati chiamati a partecipare alla commemorazione della Giornata della Memoria a Cracovia. Un riconoscimento all’attività sulla memoria storica portata avanti dal Liceo Classico “Ugo Foscolo” con l’Amministrazione Comunale e l’Associazione dei Famigliari delle Vittime dei Bombardamenti di “Propaganda Fide”, che dal 2011 fanno visita al campo di sterminio di Auschwitz – Birkenau e ai luoghi della Memoria di Cracovia. Un ringraziamento particolare al Prof. Ugo Mancini, al Preside Lucio Mariani e a tutto il personale docente che hanno ideato e proposto il progetto del Viaggio della Memoria e che negli anni hanno accompagnato i nostri ragazzi in questa fondamentale esperienza di crescita, durante la quale si visitano luoghi dove sono impresse in modo indelebile le testimonianze degli orrori dell’Olocausto».

Anche quest’anno più di 200 studenti delle scuole superiori presenti ad Albano Laziale partiranno a metà febbraio, alla volta di Cracovia, accompagnati dal Sindaco Nicola Marini e da una rappresentata dell’Amministrazione Comunale e dell’Associazione dei Famigliari delle Vittime dei Bombardamenti di “Propaganda Fide”.

GIORNO DELLA MEMORIA PER TUTTI GLI OLOCAUSTI. LA SALATEATRO VITTORIA ALLARGA L’ORIZZONTE DALLA SHOAH  A NOI

memoria_marino
Giorno della Memoria a Marino Laziale

7 febbraio 6:15 – Apprezzato convegno-spettacolo per gli studenti dei Castelli con una panoramica su tutti i genocidi perpetrati per ragioni etniche: dall’Africa all’Europa fino alla tragedia dei migranti centroamericani

Si è svolta nei giorni scorsi presso la Salateatro Vittoria di Marino davanti ad una nutrita ed attenta platea di ragazzi del Liceo Amari-Mercuri, la conferenza-spettacolo dal titolo Olocaustiun percorso attraverso i grandi genocidi che si sono succeduti nei secoli in gran parte del mondo, dall’Africa all’Europa al continente americano fino a giungere ai giorni nostri, in merito ai quali si è parlato di argomenti di scottante attualità come le ondate di rifugiati in fuga da paesi in guerra o dove comunque la dignità della vita umana non è garantita.

Molto apprezzata dal pubblico studentesco la particolare chiave di lettura che si è scelto di dare alla giornata e numerose sono state le domande rivolte a Ibrahima Thiecome Ba, voce recitante, di origine senegalese, da quattro anni in Italia che ha testimoniato dal vivo la sua esperienza.

Una pubblicazione con testo e prefazione è stata distribuita ai presenti in sala per non dimenticare che quanto è accaduto, può sempre accadere nuovamente se le nostre coscienze smettono di vigilare.

La giornata è stata tenuta a battesimo dalle associazioni Artemista, Archeoclub Colli Albani in collaborazione con l’Anpi sezione di Marino nell’ambito dell’Officina Culturale della Regione Lazio Seconda Annualità Stagione 2018 2019, con il patrocinio del Comune di Marino.

Print Friendly, PDF & Email