Il comune di Marino lancia campagna contro l’abbandono degli animali

0
1945
Cuccioli
Cuccioli
Cuccioli
Cuccioli

“Siamo amici io e te… non mi abbandonare” è il nome della campagna di sensibilizzazione e di educazione civica contro l’abbandono dei cani, che il Comune di Marino, con il delegato alle Politiche e Diritti degli Animali e presidente del Consiglio Comunale Stefano Cecchi, ha lanciato quest’anno. È dedicata ai piccoli amici a 4 zampe a rischio abbandono e randagismo, soprattutto nei mesi estivi. La locandina ufficiale della campagna antiabbandono è stata eseguita dagli alunni di I° e V° elementare dell’istituto scolastico “Suore Oblate di Gesù e Maria” di Frattocchie a conclusione del progetto didattico realizzato dal Servizio Veterinario della Asl Rm H, avviato lo scorso maggio con la visita al canile “Hotel degli Animali” di via Nettunense. “L’iniziativa di sensibilizzazione contro la triste pratica dell’abbandono degli animali di affezione – spiega il vice sindaco Fabrizio De Santis – è stata promossa dal Comune di Marino per fare in modo che, grazie alla massima informazione e al coinvolgimento, si possa arrivare a toccare la sensibilità della collettività in merito ad una pratica dai tratti incivili attivata tutto l’anno e soprattutto nei mesi estivi”. “Un animale, specialmente se abituato a vivere in casa – aggiunge Stefano Cecchi – in caso di abbandono viene esposto a gravi sofferenze che possono arrivare fino alla morte per mancanza di affetto, cibo, incidenti stradali o per l’incapacità di muoversi in un ambiente a lui sconosciuto e pericoloso come la città. Abbandonare un cane abituato all’affetto della famiglia in cui vive – sottolinea –  significa condannarlo, con la certezza che lui non farebbe mai la stessa cosa”. “Il Comune di Marino – aggiunge Cecchi – nelle sue politiche volte alle difesa dei diritti degli animali, è stato il primo ad adottare il regolamento per la tutela e la detenzione degli stessi e l’Ufficio Diritti Animali, attivando iniziative specifiche volte ad arginare il fenomeno del randagismo e, negli anni, sviluppando azioni e interventi finalizzati alle cosiddette adozioni responsabili, andando così a ridurre il risvolto economico connesso al mantenimento ad vitam degli animali randagi ospitati nei canili. Negli ultimi 12 mesi siamo riusciti a trovare una casa a ben 30 cani randagi accalappiati nel nostro territorio, effettuato ben 130 sterilizzazioni di cani e gatti, oltre a ricevere 22 accrediti di colonie feline con il supporto fondamentale del Servizio Veterinario della Asl Rm H, che ringrazio nelle persone del dott. Natalino Cerini, delle dottoresse Livia e Federica Carlevaro, e dei dottori Gaetano Saporito e Giancarlo De Lucia. Molto dobbiamo anche alle nostre Guardie Zoofile che dal 2012 a oggi hanno effettuato 60 accertamenti e numerosi servizi di vigilanza su tutto il territorio comunale. Tutte le campagne di sensibilizzazione avviate negli ultimi anni dall’Amministrazione Comunale – conclude –, insieme a due semplici gesti come la microchippatura e la sterilizzazione, ci hanno consentito di arginare il fenomeno dell’abbandono e il conseguente randagismo all’interno di Marino. Ringrazio gli uffici comunali, in particolare Maria Rosaria Angelè, e il dott. Vincenzo Montenero, dirigente del Servizio, per la puntuale e fattiva collaborazione dimostrata”.