Inaugurata nuova TAC all’ospedale di Palestrina

La nuova TAC è stata inaugurata alla presenza dell'Assessore regionale D'Amato, del DG della Asl Roma 5 Santonocito e del Consigliere Regionale Lena

0
83
ospedale_palestrina
Ospedale Palestrina

Inaugurata questa mattina dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato accompagnato dal Direttore generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito e dal consigliere regionale Rodolfo Lena, la nuova TAC presso l’ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina. Si tratta di una Tac da 128 slice, finanziata con i fondi POR FESR della Regione Lazio.

Oltre che degli usuali software di gestione paziente, la nuova TAC è dotata di software per angio TAC e di software oncologici, per la valutazione dei noduli polmonari, di fusione delle immagini PET, TAC, RM, endoscopia virtuale, cardiovascolari e neurologici.

“Inauguriamo una nuova TAC tecnologicamente avanzata che ci permette di ottimizzare i tempi e migliorare il servizio offerto ai pazienti. Si tratta di uno strumento importante per tutto il territorio del Distretto dei Monti Prenestini e che è anche il simbolo del processo di rinnovamento tecnologico in atto. Questo ospedale è in prima linea nella lotta e il contrasto al Covid ed è una cosa di cui andare orgogliosi. Voglio rivolgere un sincero ringraziamento a tutti gli operatori per il lavoro che stanno facendo con passione e dedizione” ha commentato l’Assessore D’Amato.

“Questo è solo un altro degli step del progetto di rinnovamento tecnologico degli assetti disponibili per la Diagnostica per immagini dell’Azienda. I lavori sono stati eseguiti in tempi record. In meno di un mese è stata sostituita la vecchia TAC con la nuova, 128 slice, di ultima generazione e tecnologicamente all’avanguardia. Per non fermare le attività in questo difficile periodo, è stata installata una TAC esterna, di altissimo profilo tecnologico montata su furgonato, così da non bloccare le attività di reparto e di pronto soccorso. L’Azienda – spiega il Direttore Santonocito – nonostante il COVID, si muove e prosegue la sua attività di ammodernamento tecnologico: sostituita ed inaugurata la TAC del PO di Tivoli, gemella di questa che oggi si va ad inaugurare, bandita la procedura per la sostituzione della TAC di Subiaco, finanziata dalla Regione Lazio nell’ambito delle Liste d’attesa, in corso di avvio la procedura la sostituzione della TC del PO di Colleferro, con i fondi del DL 34/2020 mediante l’utilizzo della piattaforma degli operatori economici individuati dalla Struttura Commissariale”.

LENA: NUOVA TAC OSPEDALE PALESTRINA E’ ALTRO IMPEGNO  MANTENUTO

“Con l’Assessore alla Sanità Alessio D’Amato e il direttore della Asl Rm 5 Giorgio Giulio Santonocito, abbiamo inaugurato la nuova TAC dell’Ospedale Coniugi Bernardini di Palestrina” – così in una nota Rodolfo Lena, Presidente della Commissione Affari Istituzionali e componente della Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Lazio – “Si tratta di uno strumento fondamentale – continua Lena – che vanta una tecnologia all’avanguardia, grazie al quale rinnoviamo il servizio di diagnostica per immagini. E’ l’ulteriore esempio di un impegno preso dalla Regione Lazio e poi mantenuto, frutto della proficua sinergia tra le istituzioni e il lavoro encomiabile degli operatori sanitari. Impegnati da mesi nello sforzo reso necessario dalla conversione in Covid hospital, stanno dando il massimo con professionalità e totale spirito di abnegazione. E tutti noi ne stiamo cogliendo i frutti. Forti del risultato di oggi, è ora il momento di guardare anche al futuro del Coniugi Bernardini. Grazie alla campagna vaccinale, che la Regione Lazio sta portando avanti con velocità ed efficacia, la fine della pandemia è sempre più vicina. Questo presidio ospedaliero quindi tornerà presto alla normalità e lo farà offrendo numerosi servizi aggiuntivi che stanno già segnando il cambio di marcia nella sua offerta sanitaria. Abbiamo assunto nuovo personale, e altro ne assumeremo, abbiamo riqualificato quello già esistente, abbiamo aggiunto posti di terapia intensiva e sub-intensiva. Tutto questo, insieme alla nuova Tac, è un ulteriore e importante passo avanti per la costituzione dell’ospedale dei Monti Prenestini: una nuova conferma del fatto che questo ospedale c’è e che continuerà a esserci per garantire il diritto alla salute di tutti i cittadini del nostro territorio. Spero inoltre che Palestrina, grazie proprio al Coniugi Bernardini, possa diventare in futuro anche un polo di riferimento per l’ostetricia e la ginecologia, comprensiva anche dell’importante servizio della parto-analgesia” – conclude Lena.

Print Friendly, PDF & Email