La Libertas Genzano è seconda in attesa dei playoff

0
2160
Capogna e Degoli Libertas Genzano
Elisa Capogna e Giulia Rebecca Degoli – Libertas Genzano Pallavolo

Una partita decisamente insignificante al sabato è stata l’anticamera ad una grossa (ed ormai insperata) sorpresa arrivata nel pomeriggio della domenica. La Libertas Genzano si è recata a far visita al Pontinia (ormai definitivamente al penultimo posto della classifica) con la certezza di aver chiuso il campionato al terzo posto e con l’occasione di mettere in campo l’intero organico a disposizione di coach Lococo in vista dei prossimi play-off. A riposo precauzionale capitan Della Bina per un fastidio muscolare, tutte le atlete convocate hanno ruotato nel bellissimo Palazzetto dello Sport di Pontinia ed ognuna di loro ha fornito una prestazione confortante per il prosieguo del campionato.

La partita inizia con Mitri alzatrice e Sulmonte opposto, Capogna e Risa centrali, Ciurlante e Degoli di banda, Cenciarelli libero. Le biancazzurre volano subito sul 10/3 e poi sul 13/6 ma poi il ritmo si fa più che blando e, inevitabilmente, la squadra di casa risale la china, aiutata anche da una buona difesa e da battute particolarmente efficaci. Nel frattempo, Cenciarelli e Soldati si alternano in seconda linea e fa il suo ingresso in campo anche la “piccola” Costa. Il Pontinia, senza dar troppo nell’occhio, arriva fino al 21/22 quando le ospiti decidono di spingere sull’acceleratore ed andare a chiudere 25/21. Secondo set decisamente in mano al Genzano che, spinto da Capogna, prende subito un buon margine di vantaggio e mantiene poi le distanze fino al 25/15: subito dentro Bernoni al centro, tocca poi anche a Cianfanelli da opposto fare benissimo il proprio compito. Terzo set con Degoli che va a fare l’opposto e Costa nel sestetto iniziale a prendere sempre più confidenza col gruppo: in maniera molto lineare saliamo fino al 19/8 e stavolta è Otty Risa a guidare le danze, prima di lasciare il campo a Bernoni. Dentro anche Cianfanelli a banda ed è proprio lei a chiudere set e partita con un bel diagonale da posto 4 che ci dà il definitivo 25/18. Arbitraggio ottimo.

Come anticipato all’inizio, la grande sorpresa è poi arrivata di domenica, con tutti “in tutt’altre faccende affaccendati”: l’Onda Volley riceve un Pomezia ormai tranquillo del settimo posto, senza problemi e solo con la voglia di giocare e chiudere bene un campionato assolutamente positivo. Ebbene, con le ospiti a fare la loro onesta partita ed avanti di un set, lo splendido ingranaggio dell’Onda si inceppa ed evidentemente perde concretezza nei suoi principali punti di forza, la difesa e la ricostruzione a punto: con una squadra giovane, per quanto forte e ben rodata, può succedere e così ecco che ai vantaggi se ne va anche il secondo set, e con esso la possibilità di mantenere il secondo posto. A quel punto tutto diventa ininfluente e, per la cronaca, il Pomezia vince 3 a 1.

Il Genzano risale così al secondo posto in classifica, per affrontare il cammino dei play-off in una posizione probabilmente più agevole che non se avesse chiuso al terzo posto. Ma come ben comprendono tutti quelli che seguono lo sport, stiamo parlando del sesso degli angeli: non si è mai visto un play-off deciso in partenza o vinto sulla carta e, considerate le squadre che lo giocheranno, questo non farà eccezione. L’unica certezza è che al primo turno ci tocca la quinta classificata del Girone D, Tiburtini Roma Centro, ricca di giovani interessanti e serbatoio di importanti Società della Capitale, contro cui sarà fondamentale mantenere alta la concentrazione e la determinazione. Andata fuori casa nel prossimo fine settimana, ritorno tra le mura amiche della Palestra De Sanctis eccezionalmente Domenica 19 Maggio alle ore 19. Ora più che mai, forza Genzano!

Il tabellino

CASSA RURALE PONTINIA VOLLEY  /  LIBERTAS GENZANO   0/3  (22.25 – 15.25 – 18.25)

PONTINIA :                   Cacciotti (K), Corelli, De Biagi, Dinoi, Furlanetto, Mantovani, Parpinel, Troccia, Trombin, Vetica, Battiati (L). Allenatore Daniele Matteini.

LIBERTAS GENZANO :     Bernoni 3, Capogna 11, Cianfanelli 1, Ciurlante 8, Costa 6, Degoli 9, Della Bina (K) n.e., Mitri 1, Pucci, Risa 6, Sulmonte 4, Cenciarelli (1.L), Soldati (2.L). Allenatore Giorgio Lococo.

Arbitro:   Simone Di Palma di Sora (FR).

Danilo Mancini