La Regione Lazio finanzia l’impianto sportivo di Albano Laziale

La Regione ha stanziato un finanziamento per la realizzazione di un campo sportivo richiesto dal Comune di Albano Laziale

0
531
sport
sport

La Regione Lazio finanzia l’impianto sportivo di Albano Laziale

La Regione ha stanziato un finanziamento per la realizzazione di un campo sportivo

Durante quest’emergenza pandemica che ha stravolto il mondo, è stato evidente come lo sport sia un’esigenza primaria. Nell’ottica di promozione dell’attività fisica, la cittadina di Albano Laziale ha chiesto alla Regione Lazio, un contributo per la riqualificazione del campo sportivo e degli spazi esterni alla scuola di Via Rossini.

Con delibera della Giunta, il Lazio ha approvato un finanziamento di centomila euro per mettere a nuovo il campetto affinché gli studenti della scuola possano finalmente svolgere attività fisica in totale sicurezza.

Il sindaco Massimiliano Borelli si è mostrato entusiasta:

Il progetto era già pronto da tempo, mancavano solo i soldi. I cittadini del quartiere ‘Miramare’ più volte ci avevano sottolineato la necessità di ridare dignità a uno spazio come questo. E, insieme al vice sindaco Luca Andreassi, abbiamo lavorato affinché ciò si realizzasse”.

E ha sottolineato il valore sociale dell’opera:

D’altronde un’opera di questo tipo sul nostro territorio non solo interviene dal punto di vista strutturale ma ha anche un valore sociale. Donare ai nostri ragazzi uno spazio dove coltivare le proprie passioni sportive contribuisce alla loro crescita e li toglie dalla strada. Ora che abbiamo ottenuto il contributo non ci resta che dare il via libera ai lavori”.

Interventi di questo tipo hanno anche un valore per la salute dei giovani, per prevenire anche l’insorgenza di malattie croniche. Secondo il rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità 2017, l’80% degli adolescenti non raggiunge i livelli consigliati di attività fisica, con ricadute anche sull’età adulta. Infatti un adulto su quattro non è abbastanza attivo.

I ragazzi devono essere educati fin da piccoli alla cultura dello sport, che ha ricadute anche in ambito scolastico, perché numerosi studi rilevano che gli adolescenti sportivi sono più concentrati nello studio.

Correlata all’attività fisica c’è inoltre, l’educazione alimentare. Le persone che fanno sport tendono a mangiare meglio e assumere integratori per migliorare le prestazioni sportive e completare il piano alimentare: la carnitina, fra i più diffusi, viene utilizzata per velocizzare il recupero muscolare, la clorella è un potente disintossicante naturale che migliora la resistenza fisica e la creatina ottimizza lo sviluppo muscolare.

Le prestazioni atletiche sono in gran parte correlate a ciò che si introduce nel proprio corpo, e di conseguenza si riesce ad assimilare con i processi digestivi, ecco perché gli sportivi hanno un’educazione alimentare funzionale allo sport. Non solo l’attività fisica fa dimagrire, ma aiuta anche a mangiare meglio.

Tutti solidi motivi alla base della perseverante richiesta della comunità locale all’istituzione regionale, affinché i giovani e non solo del paese tornassero a beneficiare delle opportunità offerte da tale tipo di infrastruttura.

La ristrutturazione del campetto sportivo di via Rossini avrà un impatto di lungo tempo nella vita degli studenti che frequentano la scuola, perché potrà introdurli all’amore per l’attività fisica e migliorare la qualità della loro vita. La battaglia del sindaco Massimiliano Borelli, è stata una vittoria per tutta la comunità cittadina.

Print Friendly, PDF & Email