L’Ospedale Regina Apostolorum promuove uno screening gratuito per la prevenzione della tiroide

Lo screening della tiroide nel mese di Gennaio 2023 sarà realizzato dall'Ospedale Regina Apostolorum di Albano, in collaborazione con due strutture romane del Gruppo Synlab

0
100
regina_apostolorum
Regina Apostolorum

Dopo il successo della prevenzione della mammella (ottobre 2022) e della prostata (novembre 2022), l’Ospedale Regina Apostolorum dedica il mese di gennaio alla prevenzione della tiroide.

La struttura sanitaria di Albano Laziale del gruppo Lifenet promuove, in collaborazione con centri del gruppo Synlab, leader nei servizi diagnostici ed esami di laboratorio, una campagna di prevenzione gratuita dei disturbi della tiroide.

Come partecipare alla campagna

Aderire è molto semplice. I cittadini che si presentano presso il Centro Prelievi dell’Ospedale Regina Apostolorum sito ad Albano in via San Francesco d’Assisi 50, o nei due laboratori Synlab Medilab e IV Miglio, rispettivamente ubicati a Ciampino, in Via San Francesco d’Assisi, 58 e a Roma in via Pozzobonelli, 8, per effettuare un qualsiasi esame di laboratorio potranno richiedere gratuitamente ESAME TSH e, in caso di valore patologico, saranno contattati per fissare un appuntamento gratuito per una visita endocrinologica.

I giorni dedicati all’iniziativa, in tutti e tre i centri prelievo, sono il martedì, il mercoledì ed il venerdì dalle ore 7:30 alle ore 10:30.

Le patologie della tiroide

La tiroide è una piccola ghiandola situata alla base del collo che controlla il metabolismo e la funzione di tutti gli organi del nostro corpo. Si stima che in Italia più di 6 milioni di persone siano affette da problemi legati alla ghiandola tiroidea, dei quali il 15% anziani. Soggetti particolarmente a rischio sono anche le donne, tra i 30 e i 50 anni.

La tiroide può essere interessata da diverse malattie come l’ipertiroidismo, che si verifica quando la ghiandola produce una quantità eccessiva di ormoni, l’ipotiroidismo, una condizione in cui la produzione di ormoni è insufficiente, ma anche noduli e carcinomi.

“I sintomi di un problema alla tiroide sono spesso del tutto aspecificispiega il prof. Enrico Papini, Direttore scientifico, EndocrinologoL’ipertiroidismo è caratterizzato da ansia, palpitazioni, tachicardia, che possono essere confusi con situazioni di stress. Con l’ipotiroidismo la situazione è opposta: il paziente può avvertire stanchezza, difficoltà di concentrazione, aumento di peso. Una valutazione precoce con test semplici e allo stesso tempo accurati è fondamentale per determinare per tempo eventuali disfunzioni o la presenza di patologie”.

I carcinomi della tiroide insorgono prevalentemente in donne di età adulta. Rappresentano circa l’1-2% di tutti i tumori, con un’incidenza di circa 4 casi ogni 100.000 uomini e 12 ogni 100.000 donne. La prognosi è molto favorevole, infatti la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi supera il 90%. La diagnosi precoce resta fondamentale.

Il TSH è l’esame principale dello screening. Chiamato anche tireotropina, è il primo esame utile per valutare la funzionalità della tiroide.  Durante il mese della prevenzione, le visite cliniche saranno effettuate su pazienti che, in assenza di storia clinica di tireopatia, hanno valori di TSH al di sopra o al di sotto della norma.

Avere il TSH anormaleafferma  il dott. Rinaldo Guglielmi, Direttore della Struttura Complessa di Endocrinologia e Malattie dell’apparato metabolico dell’Ospedale Regina Apostolorum –  per quanto rappresenti il migliore indicatore di attività tiroidea,  non significa automaticamente essere affetto da disfunzione della tiroide. Pertanto le visite avranno lo scopo di individuare precocemente i pazienti affetti da ipotiroidismo o ipertiroidismo subclinico e cioè forme lievi in cui è alterato il solo TSH. E’ importante l’individuazione precoce di tali condizioni poiché possono causare minore sensazione di benessere nei soggetti più giovani e complicanze cardiovascolari nei soggetti di età più avanzata”.

 L’iniziativa promossa dall’Ospedale Regina Apostolorum sarà realizzata in collaborazione con gruppo Synlab.

“Synlab Lazio è orgogliosa di poter essere partner dell’Ospedale Regina Apostolorum in questa lodevole e meritoria iniziativa favorente lo screening delle patologie tiroidee, spesso misconosciute”, dichiara l’amministratore delegato Marco Buccioli. “È la prima volta che Synlab Lazio, che si considera partner di salute per i cittadini in ambito ambulatoriale, partecipa ad iniziative di questo genere in collaborazione con strutture ospedaliere della Regione. Questo dimostra l’importanza delle sinergie in campo medico e della salute pubblica, dando grande attenzione al territorio. Siamo infatti presenti – prosegue Marco Buccioli – con una rete di oltre 20 punti prelievo e poliambulatori in tutte le zone della Capitale e della Regione, oltre che con un grande laboratorio analisi centralizzato in grado di erogare circa 3,5 milioni di analisi l’anno. Per tutto il mese di gennaio, lo screening sarà effettuato sui due presidi di Ciampino (RM) e Quarto Miglio, prossimi all’Ospedale Regina Apostolourm di Albano Laziale, grande riferimento del territorio dei Castelli Romani”.