LVPA Frascati supera il Gaeta in Coppa Italia

I ragazzi di Pace vincono il quarto di finale contro un Gaeta in formissima. Dopo i novanta minuti regolamentari, terminati 2 – 2, la LVPA trionfa ai calci di rigore non sbagliando niente, sorretta da un Matteo Santi monumentale. E pensare che fino a sette minuti dal termine la LVPA era eliminata, rimessa in carreggiata da un Nohman bravissimo a conquistarsi e a tirare un rigore.

0
55
nohman
nohman

“Una battaglia durissima contro un grande avversario, conclusa con un happy ending celestiale per la LVPA.

I ragazzi di Pace vincono il quarto di finale contro un Gaeta in formissima. Dopo i novanta minuti regolamentari, terminati 2 – 2, la LVPA trionfa ai calci di rigore non sbagliando niente, sorretta da un Matteo Santi monumentale. E pensare che fino a sette minuti dal termine la LVPA era eliminata, rimessa in carreggiata da un Nohman bravissimo a conquistarsi e a tirare un rigore.

La gara – Pace è in emergenza: fuori Citro, Pagliaroli, Muzzi e con Schiena a mezzo servizio, in campo vanno De Vita, Nohman, Negro e Hrustic, in difesa fiducia a Paolelli che disputerà una grande partita, il Gaeta è in formazione tipo e approccia alla partita con qualità e aggressività.

La gara infatti inizia male per la LVPA, che dopo tre giri di lancette è già sotto: splendida azione di Arduini che, dalla destra, converge al centro dribblando due avversari, tiro secco e palla all’angolino per il vantaggio del Gaeta, nulla da fare per Santi.

La LVPA però non si perde d’animo e reagisce subito, all’undicesimo Hrustic prova il jolly dalla trequarti chiamando Venditti a una grandissima parata con la mano di richiamo.

Il gol del pareggio arriverà al 15’: Panella si inserisce in area e prova la conclusione, il tiro diventa un assist per De Vita che non se lo fa ripetere due volte, contromovimento agile e staffilata all’angolino per il gol del pareggio.

La LVPA prende fiducia e al 18’trova anche il raddoppio, ma in fuorigioco secondo il direttore di gara, Costantini si vede annullare il gol. Il Gaeta non sta a guardare e D’Urso prova la bordata da fuori al 21’ con poca fortuna.

La gara scivola via fra mille emozioni, al 30’ Santi è bravo a deviare l’infida punizione mancina di Vitale, due minuti dopo Nohman pesca Pompili che si coordina in rovesciata sfiorando un gol clamoroso.

Poco dopo Paolelli è monumentale: il difensore si immola quasi sulla linea salvando sul diagonale di Marciano.

La ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo, il Gaeta trova subito il gol: Costantini e Hrustic si intendono male e il Gaeta riparte, due passaggi e D’Urso si ritrova un pallone comodo da appoggiare in rete.

La LVPA reagisce di rabbia, al 7’ altro miracolo di Venditti su un propositivo Pompili, mentre al 10’ De Vita va giù in area ma per Nuccetelli è simulazione, fra le proteste dei padroni di casa che volevano il rigore.

Scampato il pericolo, il vantaggio acquisito permette al Gaeta di gestire con tranquillità e qualità, la squadra del bravo tecnico Di Rocco si dimostra organizzata e fautrice di un bel gioco, la LVPA è in difficoltà, ma al 35’ ecco la svolta della partita.

Nohman, nonostante la stanchezza, si propone in area e fa carambolare il pallone sul braccio di Altobelli, il rigore stavolta c’è e, come i grandi attaccanti sanno fare, Nohman si prende la responsabilità portandosi sul dischetto, destro potente e il punteggio torna in parità, due a due al 36’.

Nel finale succede di tutto, viene espulso Arduini e prima Panella sugli sviluppi d’angolo, poi Carnevale sfiorano il gol, con Santi che si esalta in volo.

Ai rigori il portierone della LVPA sarà gran protagonista, parando due rigori a Leccese e Marciano. Infallibili invece Costantini, Paolelli e Sebastiani, al quarto rigore non sbaglia neanche Pompili e la LVPA trova una sofferta quanto preziosa vittoria, che vale il passaggio del turno.

La LVPA approda in semifinale, dove affronterà in gara doppia una fra Civitavecchia, Monti Cimini e Tivoli. Ora però c’è da pensare al Monte San Giovanni Campano, prossima rivale in campionato di questo fantastico gruppo di calciatori e uomini.

Coppa Italia Eccellenza, quarto di finale: LVPA Frascati – Gaeta 2 – 2 (6 – 3 d.c.r.)

LVPA: Santi; Ferraro, Molinari (25’st Villa), Costantini, Paolelli; Panella, Hrustic; Pompili, De Vita (23’st Sebastiani), Negro (16’st Schiena), Nohman. A disp. : Iali, D’Acunzo, Tranquilli, Monni, Montella, Amici. All. : Pace Federico.

Gaeta: Venditti; Patelli (14’st Barba), Siciliano, Vitale (28’st Leccese), Altobelli; Sfavillante, Marciano, Azoitei (48’st Vecchio); D’Urso (23’st Carnevale), Arduini, Orlando (27’st Piscitelli). A disp. : Conte, Angelino, Galasso, Leccese, Mariniello. All. : Di Rocco Marco.

Arbitro: Nuccetelli di Roma 2. Assistenti: De Salazar e Grasso di Roma 1.

Marcatori: 3’pt Arduini, 15’pt De Vita, 6’st D’Urso, 26’st rig. Nohman.

Note: 0’ e 7’ rec. ; ammoniti Sfavillante, De Vita, Hrustic, Nohman, Paolelli, Siciliano, Carnevale; al 46’st espulso Arduini; Sequenza rigori:Costantini gol,Leccese parato, Paolelli gol, Marciano parato, Sebastiani gol, Siciliano gol, Pompili gol.

“. Lo rende noto l’area comunicazione della Lvpa Frascati

Print Friendly, PDF & Email