Marino Pallavolo (serie B masch.), capitan Basili: “Tre punti in due partite? Ci danno fiducia”

La serie B maschile del Marino Pallavolo ha mosso la classifica

0
89

La serie B maschile del Marino Pallavolo ha mosso la classifica. I ragazzi di coach Francesco Ronsini hanno piegato tra le mura amiche Anguillara per 3-2 (20-25, 27-25, 15-25, 25-23 e 21-19), cogliendo il primo successo stagionale e dando seguito al punto rimediato la settimana precedente sul campo del Casal Bertone. “Nel primo set siamo partiti male e gli avversari ne hanno approfittato – commenta il capitano e palleggiatore classe 2000 Matteo Basili – Nel secondo abbiamo reagito: all’inizio abbiamo accumulato un bel vantaggio, poi c’è stato un black out forse per la fretta di chiudere il parziale che alla fine è diventato un match punto a punto, ma per fortuna l’abbiamo spuntata. Nel terzo non siamo praticamente entrati in campo e Anguillara è tornata a condurre. Nel quarto set siamo nuovamente tornati in partita e l’andamento è stato simile al secondo. Poi c’è stato un tie break tiratissimo in cui siamo riusciti ad essere lucidi nelle battute decisive: evidentemente a questa squadra giovane, che magari pecca d’esperienza, il carattere non manca”. I passi in avanti rispetto all’inizio della scorsa stagione sono evidenti: “Nel precedente campionato ci mettemmo molto di più per muovere la classifica – ricorda Basili – Ora abbiamo collezionato tre punti in due partite e questo trend ci può dare fiducia: rappresenta un buon punto di partenza. Sono convinto che alla lunga ci divertiremo, possiamo salvarci attraverso il lavoro fatto durante la settimana e nelle gare ufficiali. La squadra è abbastanza unita, ci sono stati pochi cambiamenti rispetto all’anno scorso”. Domenica c’è la sfida in casa della Lazio, terza forza del girone: “Un avversario di valore che merita grande rispetto, ma noi andiamo lì per mettere in campo le nostre qualità e dire la nostra”. Basili da quest’anno ricopre il ruolo di capitano del gruppo, ereditato da Barbetti: “Non è stata una sorpresa visto che sono tra i più grandi del gruppo e gioco in questo club da oltre dieci anni. A livello di impegno e abnegazione, comunque, non è cambiato nulla, anche se fa piacere essere il capitano di questa squadra”.