Mostra fotografica di Tano D’Amico ad Albano Laziale

Ospitare ad Albano un grande professionista come Tano D’Amico ci riempie d’orgoglio e lo ringrazio per aver scelto la nostra Città

0
463

Albano Laziale, 1 marzo 2022- “La Strada, la Lotta, l’Amore” è la mostra fotografica di Tano D’Amico che si terrà dal 12 marzo al 1° maggio, presso il museo civico Mario Antonacci di Albano Laziale. L’esposizione si compone di 30 scatti e mostrerà i movimenti che hanno cambiato il volto del nostro paese. Un percorso di ricerca fotografico che si snoda dal 1970 a oggi e che racconta l’altra storia, quella dei senza nome e senza voce. Una mostra fotografica che racconta di come le generazioni si siano messe in strada spinte da istanze di giustizia e di novità. Un cammino che ci appartiene ma che abbiamo con il tempo dimenticato.

“Ci si mette in cammino tutti insieme- spiega il fotografo- spinti dalle stesse istanze, ma ognuno sa che arriverà un pezzo di strada che potrà percorrere solo lui o lei.
Se non lo percorrerà quel pezzo di strada sarà perso per tutti.”

Dalle manifestazioni studentesche alla emancipazione delle donne, alla lotta per la casa, agli scioperi e alle occupazioni dove furono protagonisti donne, operai, disoccupati, studenti, sottoproletari. Una sorta di autobiografia della nazione, realizzata dal fotografo Tano D’Amico che guarda la società con curiosità antropologica, senza negare le contraddizioni, sapendo anche cogliere l’umanità latente.

Tano D’Amico nasce a Filicudi nel 1942, è probabilmente il fotografo più amato dai movimenti sociali, impegnato da sempre in una preziosa ricerca sui temi del conflitto di classe. Vive a Roma, la sua città d’adozione.

Il 12 marzo avrà luogo l’inaugurazione, insieme al fotografo Tano D’Amico saranno presenti Massimiliano Borelli – Sindaco di Albano Laziale e Alessandra Zeppieri – Assessora alle Biblioteche e alle Politiche Giovanili.
Alessandra Zeppieri ha dichiarato: “Tano D’Amico ci invita ad intraprendere un viaggio insieme a lui e a guardare da vicino l’articolarsi nel tempo delle complesse trasformazioni della società italiana. È un cammino che invito a percorrere con occhi attenti e curiosi per ripercorrere la nostra storia recente. Ringrazio Paola Bove dell’Associazione Culturale Le Baruffe che, come me, ha fortemente desiderato ospitare ad Albano Laziale uno dei più grandi maestri della fotografia italiana”.

“Ospitare ad Albano un grande professionista come Tano D’Amico ci riempie d’orgoglio e lo ringrazio per aver scelto la nostra Città. Sono certo che attraverso le sue opere riusciremo a intraprendere un viaggio nella nostra storia recente che racconta di battaglie, vittorie e sconfitte che ci hanno reso ciò che siamo” – ha concluso il Sindaco, Massimiliano Borelli.