Piano Urbanistico Marino, consiglieri M5S, Pd e Lista con te chiedono commissario ad acta

"Nulla è stato fatto in due anni e mezzo dalla nuova Amministrazione, né l’adozione di un diverso piano (tanto annunciato in campagna elettorale) né la prosecuzione del percorso del piano da noi adottato".

0
101
marinolaziale
Marino Laziale
“”PIANO URBANISTICO DI MARINO: I CONSIGLIERI DEL M5S, INSIEME AI CONSIGLIERI PD E “LISTA CON TE”, CHIEDONO L’ATTIVAZIONE DI UN COMMISSARIO AD ACTA
 
Dopo i ruggenti anni dell’esplosione edilizia con la triade Palozzi-Cecchi-Silvagni (ma non solo), con un incremento di cubature noncurante del necessario e proporzionale aumento dei servizi urbanistici ed infrastrutturali, il nostro territorio aveva disperatamente bisogno di un piano che tentasse di salvare quanto ancora salvabile e si preoccupasse di pianificare un futuro all’insegna della sostenibilità. Una sostenibilità da intendersi non solo a livello urbanistico ma anche a livello ambientale, sociale ed economico.
 
Per questo, dopo tre anni di lavoro, avevamo approvato un PUCG (Piano Urbanistico Comunale Generale) innovativo, che aveva messo al centro: la gestione responsabile delle risorse naturali, dei consumi energetici e della produzione dei rifiuti, la valorizzazione e la tutela dei “servizi ecosistemici”, l’economia circolare ed i processi partecipativi.
 
Nulla è stato fatto in due anni e mezzo dalla nuova Amministrazione, né l’adozione di un diverso piano (tanto annunciato in campagna elettorale) né la prosecuzione del percorso del piano da noi adottato. Per questo, dopo tanta inutile attesa, insieme ai Consiglieri PD e lista “ConTe Marino”, che ringraziamo per il loro contributo e per aver condiviso questa importante iniziativa, abbiamo formalmente chiesto alla Regione Lazio la nomina di un “Commissario ad acta”, che si sostituisca a questa immobile maggioranza politica e porti avanti il PUCG approvato nel 2021, nell’interesse del presente e del futuro della nostra città e della nostra comunità.
 
Marino sta perdendo l’opportunità di proiettarsi nel futuro, senza nessuna pianificazione e visione di città, guardando solo passare un treno di opportunità, fatto di disponibilità di fondi e potenzialità progettuali forse unici nella storia”. Lo rende noto l’M5S di Marino