Premio Je So Pazzo, Grottaferrata pronta ad accogliere 400 cantanti

L’Amministrazione comunale: “Sarà una ripartenza favorita dalla musica, dal talento e dalla passione uniti alle bellezze artistiche della nostra città”

0
249

PREMIO JE SO PAZZO , GROTTAFERRATA PRONTA AD ACCOGLIERE 400 CANTANTI:

AL TRAIANO UN VILLAGE DI SPETTACOLO E ECCELLENZE ENOGASTRONOMICHE DEL TERRITORIO

L’Amministrazione comunale: “Sarà una ripartenza favorita dalla musica, dal talento e dalla passione uniti alle bellezze artistiche della nostra città”

E’ stata presentata oggi, venerdì 2 luglio, nel corso di una conferenza stampa tenutasi presso la sala di rappresentanza di Palazzo Grutter a Grotaferrata, la fase finale del Premio Musicale Je so pazzo in programma quest’anno dal prossimo 19 al 25 luglio presso il Parco Traiano, vasta area verde a ridosso delle mura di cinta del complesso abbaziale fondato da San Nilo, attorno al quale nei quasi 1020 anni trascorsi, si sono sviluppati il territorio, gli insediamenti e la storia della Città di Grottaferrata.

L’evento, a ingresso libero, ha avuto il patrocinio del Comune di Grottaferrata insieme a quello della Regione Lazio, della Siae e del Nuovo Imaie.

Organizzato da Dreaming the Future srl, sotto la sapiente guida di Enzo Longobardi e Valerio Gridelli e onorato dalla direzione artistica affidata al Maestro Adriano Pennino, il Premio offre da sei anni ampia possibilità di espressione artistica a tutti ma con un particolare interesse alla scoperta di voci giovani.

Le categorie di partecipazione sono: la Baby (dai 5 ai 10 anni), la Junior (dagli 11 ai 14 anni), la Teen (dai 15 ai 19 anni), la Giovani (dai 20 ai 35 anni) e la Over (dai 36 anni senza limite di età).

Il concorso è aperto anche a rapper e band e si avvale di un ulteriore gruppo dedicato agli Inediti di partecipanti dai 5 ai 35 anni di età.

Circa 400 saranno i finalisti che raggiungeranno Grottaferrata nei sei giorni di finali.

Il sindaco di Grottaferrata, Luciano Andreotti, impossibilitato da un contemporaneo impegno nella capitale, ha inviato all’evento il suo pensiero.

“Do il mio personale benvenuto a Grottaferrata agli organizzatori della VI Edizione del Premio Musicale Internazionale Je so Pazzo dedicato al ricordo di Pino Daniele. Siamo onorati e particolarmente felici di aver lavorato insieme in questi mesi alla preparazione di un evento di vasta portata e valore per il quale quest’anno è stata scelta Grottaferrata come sede della fase finale. Ne sono, come detto, particolarmente fiero e orgoglioso perché sono certo che la musica rappresenti quell’unità e quella forza di spirito di cui c’è particolare bisogno in questa fase di ripartenza”.

A rappresentare, in presenza, il primo cittadino è intervenuto il vicesindaco e assessore alla Cultura del Comune di Grottaferrata, Marco Bosso che ha rivolto moti di gratitudine e entusiasmo nei riguardi dei responsabili della produzione del premio e dell’autorevolissimo direttore artistico.

“Ci tengo a segnalare un paio di situazioni che in quei giorni avranno luogo all’interno del Parco Traiano – ha detto Bosso.

“Il Premio Je so pazzo, infatti, già dai mesi precedenti è entrato in piena sinergia con le eccellenze enogastronomiche del nostro territorio che a latere della manifestazione musicale daranno vita a un village della qualità che sono certo avrà un forte riscontro tra i visitatori e gli spettatori delle serate canore”.

“Siamo in una fase di uscita, speriamo definitiva, da un periodo difficilissimo. Il Premio Je so pazzo sarà il primo evento di rilievo internazionale per Grottaferrata ma anche per i Castelli Romani dopo la lunga sofferenza delle restrizioni. Perciò sarà visto come un momento di buon auspicio non solo per le realtà territoriali ma anche per tutte le realtà culturali locali e nazionali”.

Il consigliere delegato al Turismo, Alessandro Cocco ha sottolineato come “saranno proprio il talento, la passione e l’arte, gli ingredienti che maggiormente muovono questo premio a dare a tutto il contesto grottaferratese, dalle attività produttive a quelle enogastronomiche fino alle struture ricettive, quello stimolo necessario a ripartire davvero” ha detto il consigliere delegato al Turismo, Alessandro Cocco, principale animatore del piano integrato di promozione del territorio Visit Grottaferrata. Che i giorni dal 19 al 25 luglio – ha concluso Cocco – segnino davvero per tutti momenti di entusiasmo, gioia e autentica ripartenza”.

Print Friendly, PDF & Email