Soul’s Messengers, rassegna di arte a Marino

La rassegna di arte contemporanea aprirà al pubblico domenica 17 Dicembre presso la storica Sala Lepanto presso il Comune di Marino

0
713
souls_messenger
Soul's Messenger

Domenica 17 Dicembre 2017 alle ore 11 prenderà avvio, negli spazi espositivi della Sala Lepanto presso il Comune di Marino (Piazza Lepanto, 1), la Rassegna d’Arte contemporanea intitolata “Soul’s Messengers”. La rassegna si protrarrà fino al 14 Gennaio 2018 e vedrà come protagoniste le opere d’arte pittoriche di diversi artisti italiani e non solo, non accumunate da un unico soggetto iconografico ma dal messaggio che questi saranno in grado di trasmettere attraverso i diversi stili e tecniche pittoriche dei relativi artisti. I “Messaggeri dell’Anima” saranno i dipinti stessi, opere d’arte contemporanee che tentano un viaggio diverso dal solito, quello che si spinge fin nel profondo dell’animo umano, e da questi tornano in superficie tradotti dalle forme e dai colori con cui gli artisti meglio li identificano. La rassegna sarà organizzata dall’ Accademia Internazionale “Città di Roma”, che attraverso il Rettore, Rossano Menichelli, e il presidente Giovanni Maggi, si impegneranno a dar voce a tutti quegli artisti che attraverso la loro arte creano nuovi linguaggi per esprimere concetti e sensazioni di lungo corso, o mediante schemi pittorici già sedimentati creano dettami sempre nuovi. La rassegna curata dall’esperienza di Gioia Villanova, ed allestita seguendo la direzione di Luciano Saltarelli in qualità di gestore della Sala Lepanto con la Senza Frontiere Onlus e direttore regionale per la stessa accademia seguirà i seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 19.00. Chiuso nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio 2018. Il 24 dicembre e il 31 dicembre dalle ore 10 alle ore 13.

INAUGURATA LA MOSTRA “SOUL’S MESSENGERS” A MARINO PRESENZE D’ECCEZIONE IL VESCOVO VENEZUELANO SAVAS E L’ARTISTA PERSIANO PEJMAN TADAYON

18 dicembre h.13:45 – Si è svolta domenica 17 dicembre 2017 l’inaugurazione della Mostra SOUL’S MESSENGERS – I Messaggeri dell’Anima – organizzata dall’Accademia Internazionale Città di Roma che, dall’anno della sua costituzione, il 1911, per la prima volta espone a Marino. La rassegna si protrarrà fino al 14 Gennaio 2018 e vedrà come protagoniste le opere d’arte pittoriche di 25 artisti italiani e non, marinesi e non, non accumunate da un unico soggetto iconografico ma dal messaggio che questi saranno in grado di trasmettere attraverso i diversi stili e tecniche pittoriche dei relativi artisti. Tra i quali spicca Pejman Tadayon, musicista e pittore persiano, originario di Esfahan (Iran) che nelle opere esposte ha cercato di coniugare l’arte con la musica in un connubio veramente originale. I ‘Messaggeri dell’Anima” sono i dipinti stessi, opere d’arte contemporanee che tentano un viaggio diverso dal solito, quello che si spinge fin nel profondo dell’animo umano, e da questi tornano in superficie tradotti dalle forme e dai colori con cui gli artisti meglio li identificano. All’evento di apertura erano presenti il Sindaco Carlo Colizza, il Presidente dell’Accademia Giovanni Maggi, il Rettore dell’Accademia e direttore artistico della Mostra Rossano Menichelli e Sua Eccellenza Mons. Savas , Vescovo del Venezuela con delega all’Arte molto apprezzato nel suo intervento nel quale ha descritto la difficile situazione in cui vivono gli artisti in Venezuela, soffocati dal governo attualmente in carica. “E’ emozionante essere qui oggi – ha detto il Sindaco Colizza nel suo intervento – con tutti voi. La comunità è un luogo dove ogni immagine deve essere se stessa. Il mio sogno è vedere palazzo Colonna trasformarsi in un centro di accoglienza di ogni forma di Arte, dove ci sia uno spazio per una esposizione permanente ma anche uno spazio che ci riporta alle nostre radici di territorio agricolo e vitivinicolo, con tutte le attrezzature usate in passato ed uno spazio riservato alle nostre associazioni sartoriali che producono costumi d’epoca” . L’inaugurazione della Mostra è stata allietata dalle note del grande artista partenopeo Nando Citarella che, accompagnato dal Coro Equivox, ha eseguito delle festose canzoni popolari natalizie. La rassegna curata dall’esperienza di Gioia Villanova, ed allestita seguendo la direzione di Luciano Saltarelli in qualità di gestore della Sala Lepanto con la Senza Frontiere Onlus e direttore regionale per la stessa Accademia seguirà i seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 10.00 alle 19.00. Chiuso nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio 2018. Il 24 dicembre e il 31 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 13.00.

Marino, Sala Lepanto: Luciano Saltarelli su rassegna d’arte contemporanea “Soul’s Messenger”

19 dicembre h.15:40 – Domenica 17 dicembre presso gli spazi espositivi della Sala Lepanto del Comune di Marino, gestita dall’Associazione Senza Frontiere Onlus, è stata inaugurata la rassegna d’arte contemporanea “Soul’s Messenger” (I messaggeri dell’anima) esposizione che vede come protagonisti oltre venticinque artisti provenienti da diverse parti del mondo, che attraverso le oltre cinquanta opere presentate hanno aderito ai crismi e dettami stilistici che la rassegna pretende di esprimere. L’inaugurazione ha visto la presenza del Sindaco di Marino, Carlo Colizza, che intervenendo ha voluto congratularsi con tutta l’organizzazione  e manifestare la sua vicinanza alla rassegna ed alle tematiche da questa affrontate, così come Paola Tiberi, Vice Sindaco con delega alla Cultura. La presentazione degli artisti espositori è stata affidata a  Rossano Menichelli, attuale Rettore dell’Accademia Internazionale Città di Roma, il quale ha voluto esprimere e ribadire la vocazione internazionale dell’Accademia, presente in diversi paesi del mondo ed impegnata nello sforzo costante di porre in risalto gli artisti, le loro tensioni emotive e la loro profondità di sguardo. Ha preso parte anche Giovanni Maggi, presidente dell’Accademia che, oltre ad aver esposto la sua idea di arte moderna e contemporanea, ha voluto omaggiare l’artista Franca Bigioni del gruppo regionale del Lazio scomparsa in un incidente automobilistico nel 2016, ma sempre presente nella mente, e nel cuore, del Presidente. La rassegna d’arte è iniziata con la benedizione  Sua Eccellenza Mons. Savas , Vescovo del Venezuela e delegato dell’Accademia il quale ha descritto nel suo intervento la difficile situazione in cui vivono gli artisti in Venezuela, soffocati dal governo attualmente in carica. Tra gli artisti espositori spicca Pejman Tadayon, musicista e pittore persiano, originario di Esfahan (Iran) che nelle opere esposte ha cercato di coniugare l’arte con la musica in un connubio veramente originale. I “Messaggeri dell’Anima” sono i dipinti stessi, opere d’arte contemporanee che tentano un viaggio diverso dal solito, quello che si spinge fin nel profondo dell’animo umano, e da questi tornano in superficie tradotti dalle forme e dai colori con cui gli artisti meglio li identificano. L’inaugurazione della Mostra è stata allietata dalle note del grande artista partenopeo Nando Citarella che, accompagnato dal Coro Equivox, ha eseguito delle festose canzoni popolari natalizie. Vivi apprezzamenti da parte dell’Accademia vanno a Luciano Saltarelli direttore regionale della stessa per il Lazio, il quale ha commentato: “Sono particolarmente emozionato per aver portato nel nostro territorio una rassegna d’arte dal respiro internazionale.  E’ la prima volta che l’Accademia Internazionale Città di Roma costituita nel 1911 espone nel Comune di Marino negli spazi espositivi della Sala Lepanto che mi vede gestore con la Senza Frontiere Onlus. Ringrazio la curatrice Gioia Villanova, direttrice regionale del Veneto, che si è trasferita appositamente a Marino per il periodo della Mostra. Ringrazio i miei più stretti collaboratori con i quali gestiamo la Sala Lepanto per l’impegno e lo spirito di accoglienza”.  La Mostra “Soul’s Messenger” (I messaggeri dell’anima) si protrarrà fino al 14 gennaio 2018 eseguirà i seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 10 alle 19. Chiuso nei giorni 25 e 26 dicembre e 1 gennaio 2018. Il 24 dicembre e il 31 dicembre dalle ore 10 alle ore 13.

Marino, Sala Lepanto: domenica 14 gennaio si chiude la Rassegna d’Arte contemporanea “Soul’s Messengers”

12 gennaio 15:25 – Domenica 14 gennaio si chiuderà la Rassegna d’Arte contemporanea dal titolo “Soul’s Messengers”, allestita dal 17 dicembre presso la Sala Lepanto. La manifestazione, organizzata dall’Accademia Internazionale “Città di Roma” ed allestita seguendo la direzione di Luciano Saltarelli gestore della Sala Lepanto attraverso la Senza Frontiere Onlus e direttore regionale per la stessa accademia, ha visto come protagoniste le opere d’arte pittoriche di diversi artisti italiani e non solo, non accumunate da un unico soggetto iconografico ma dal messaggio che questi sono stati in grado di trasmettere attraverso i diversi stili e tecniche pittoriche dei relativi autori. I “Messaggeri dell’Anima” sono stati i dipinti stessi, opere d’arte contemporanee che hanno tentato un viaggio diverso dal solito, quello che si spinge fin nel profondo dell’animo umano, e da questo sono tornati in superficie tradotti dalle forme e dai colori con cui gli artisti meglio li identificano.

Il programma di chiusura prevede:

Ore 10.30 – Concerto di Campane Tibetane di Daniele Brandolini (Italia)

dall’età di 10 anni mostra interesse verso le relazioni che esistono tra l’essere umano e tutto ciò che esiste: con se stesso; in un gruppo; con le origini; con la natura; con la terra e il cosmo
Sempre in età giovanile, vissuti intensi lo portano ad interrogarsi sulla condizione dell’essere umano oggi, in particolare sul senso che ha la disarmonia come: violenza; suicidi; egoismo; materialismo; ricchezza e povertà; rapporto uomo-donna. Terminati gli studi liceali, decide di intraprendere una serie di viaggi in Inghilterra, Messico ed India, dove ha l’opportunità da una parte di conoscere gli aspetti del cosmopolitismo (sentirsi vicino a chiunque al di là del contesto sociale, culturale, etnico, religioso, ecc.); dall’altra di approfondire il significato spirituale dell’uomo attraverso l’incontro con alcune religioni tra cui quella Tibetana, Aztheca e Cristiana.

Ore 14.40 – Concerto del Coro InCanto 

Da un’idea di Paula Gallardo –argentina-, maestro di musica, direttore di coro e compositore, e di Monica Calicchia –italiana-, grafica e cantante amatoriale pluriennale, nasce nel Aprile 2010 il progetto INCANTO, coro femminile senza confini. Il Coro riunisce un gruppo multietnico di donne per cantare un repertorio – nelle lingue originali – che appartiene al mondo femminile di ogni cultura: canti d’amore, canti di lavoro, ninne nanne, canti epici, preghiere, nelle lingue originali.

Ore 15.20 – Concerto di Pejman Tadayon

Musicista, compositore e pittore, nasce a Esfahan (Iran) nel 1977. Giovanissimo, inizia a studiare l’antico repertorio musicale persiano (Radif) e gli strumenti tradizionali (târ e setâr), sotto la guida dei maestri Kamran Keyvan, Mohammed Reza Lotfi e Behrooz Hemmati. Dopo una lunga serie di concerti in Iran, si trasferisce a Firenze, dove studia composizione presso la Scuola di Musica di Fiesole e pittura presso l’Accademia di Belle Arti. Nel 2005 si trasferisce a Roma, dove collabora con il gruppo di musica tradizionale persiana Sarawan – Tamburi d’Iran. Allaccia collaborazioni con diversi musicisti, tra i quali Mauro Pagani, Massimo Ranieri, Patty Pravo, Andrea Moricone, Andrea Parodi, Paolo Vivaldi (con cui ha pubblicato l’album Chador). Nel 2006 fonda il gruppo di musica tradizionale persiana Navà e, nel 2007, incide il cd Viaggio nei colori. Nel 2008 partecipa come attore e musicista al film L’ultimo Pulcinella, opera del M° Maurizio Scaparro, la quale vede come attore protagonista Massimo Ranieri. Nel 2009 collabora di nuovo con il M° Maurizio Scaparro come musicista e attore, portando in scena la commedia teatrale Polvere di Baghdad con Massimo Ranieri e Eleonora Abbagnato. Nello stesso anno fonda il gruppo YAR (Iran, Italia, India) con Andrea Piccioni e Sanjay Kansa Banik e pubblica l’album Yar Ensemble. Collabora con Moni Ovadia e l’Esquilino Young Orchestra, come insegnante di oud e percussioni. Nel 2010 pubblica il secondo cd con il gruppo Navà, dal titolo Hilat. Nel 2012 collabora con Silvio Orlando, in qualità di attore e musicista. Fonda il Pejman Tadayon Ensemble un progetto dedicato alla spiritualità e al Sufismo, con il quale, nel 2013, pubblica l’album Universal sufi music. Insegna oud, târ, setâr e teoria della musica orientale.

Ore 16.00 – Consegna Attestati agli Artisti espositori.

Sull’evento c’è stata piena soddisfazione da parte del Senato Accademico per aver portato nel cuore dei Castelli Romani, presso gli spazi espositivi della Sala Lepanto di Marino, la prima edizione Soul’s Messengers. Luciano Saltarelli, direttore regionale per il Lazio e Roma si unisce al plauso del Senato Accademico: «Aver chiuso il 2017 ed iniziato il 2018 con una rassegna d’arte  internazionale di tale livello nella città di Marino mi rende soddisfatto in modo particolare. Ho riscontrato sorpresa e apprezzamenti anche dai visitatori del territorio che non avevano mai visto la Sala Lepanto allestita in un modo così suggestivo e professionale. Da subito voglio ringraziare la Direzione Artistica, il Presidente e tutto il Senato Accademico dell’AICR per la fiducia accordata, ma soprattutto  la compagine di Artisti di fama internazionale che ha aderito ad esporre a Soul’s Messengers per la prima volta nella città di Marino, ringrazio anche gli artisti locali che non hanno voluto perdere l’occasione nell’aderire alla collettiva d’arte dell’Accademia Internazionale Città di Roma».

Marino, Sala Lepanto: un turbinio di emozioni per la chiusura della rassegna “Soul’s Messengers”

17 gennaio h.17:35 – Si è chiusa, domenica 14 gennaio, con la consegna degli attestati di socio onorario dell’Accademia Internazionale “Città di Roma” agli artisti partecipanti, la rassegna d’arte contemporanea “Soul’s Messengers” allestita presso la Sala Lepanto, attraverso la collaborazione fra l’Accademia stessa e la Senza Frontiere Onlus. L’iniziativa ha visto come protagoniste le opere d’arte di diversi artisti italiani e stranieri, non accomunate da un unico soggetto iconografico ma dal messaggio che questi sono stati in grado di trasmettere attraverso i diversi stili e tecniche dei relativi autori. La giornata finale della kermesse è stata scandita da diversi momenti artistici, sempre all’insegna delle emozioni e dell’anima. Da sottolineare la profondità emotiva dei concerti di campane tibetane di Daniele Brandolini, del Coro InCanto e di Pejman Tadayon. All’evento conclusivo hanno presenziato: il Presidente dell’Accademia Internazionale “Città di Roma”, Giovanni Maggi; il Rettore Rossano Menichelli; il Presidente di Senza Frontiere Onlus nonché Direttore Regionale per il Lazio e Roma dell’Accademia, Luciano Saltarelli; la curatrice della mostra nonché Direttrice Regionale per il Veneto dell’Accademia, Gioia Villanova;  il Consigliere Comunale Barbara Gentile. Sulla manifestazione è intervenuto il Rettore Rossano Menichelli: «Un esperimento decisamente riuscito. Abbiamo assistito a momenti di grande incontro fra emozioni suscitate da opere di artisti provenienti da tutto il mondo». Alle parole di Menichelli hanno fatto seguito quelle del Presidente di Senza Frontiere Onlus, Luciano Saltarelli: «Da tempo a Marino mancava una mostra internazionale di questo livello. Mi permetto di dire che è stata una sfida che abbiamo raccolto e vinto. In questi giorni sono state diverse le scolaresche che hanno visitato la mostra, dando vita anche a momenti di altissima formazione».

CHIUSA LA RASSEGNA INTERNAZIONALE D’ARTE CONTEMPORANEA “SOUL’S MESSENGERS” A MARINO

19 Gennaio h.13:50 – Si è conclusa con una grande Festa durata una intera giornata la Prima Edizione della Rassegna d’Arte Contemporanea “SOUL’S MESSENGERS” promossa dall’Accademia Internazionale Città di Roma in collaborazione con l’Associazione Senza Frontiere onlus e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Marino. La Sala Lepanto ha vissuto una intensa animazione sin dalla mattina con il coinvolgente Concerto di campane tibetane ad opera di Daniele Brandolini, responsabile del Centro operativo di MusicAr Terapia della Globalità dei Linguaggi “Persona PerSuonare”. In realtà Brandolini ha permesso ai partecipanti di fare una esperienza collettiva, molto apprezzata dai presenti, in cui ciascuno si è lasciato andare a pensieri, suoni, gesti finalizzati a liberare la mente ed alleggerire il corpo dalle tensioni quotidiane che ciascuno di noi accumula. Il pomeriggio è iniziato con l’entusiasmante esibizione del CoroinCanto, Coro Femminile senza confini che nasce da un’idea di Paula Gallardo (Argentina, Direttore di coro e compositore) e Monica Calicchia (Italiana, esperta di grafica e comunicazione e cantante amatoriale pluriennale. Oggi conta 35 elementi provenienti dall’Italia e da Romania, Turchia, Perù, Africa. L’intento è di raccogliere canti tradizionali di tutto il mondo per preservare e condividere la ricchezza culturale popolare. Le canzoni sono tramandate oralmente al Coroincanto come un dono sia dalle affiliate che dalle ospiti straniere che incontriamo casualmente o che cerchiamo appositamente. La serata è proseguita poi con la performance del musicista e pittore persiano Pejman Tadayon che ha stupito il pubblico con i suoni degli strumenti a corde e percussioni della sua terra, accompagnato da una corista dotata di grandi capacità espressive. Al termine la consegna degli attestati agli artisti che hanno partecipato alla rassegna da parte del Direttore artistico dell’evento e Rettore dell’Accademia Rossano Menichelli, della curatrice della mostra Gioia Villanova e del Presidente dell’Accademia Giovanni Maggi. Presente per l’Amministrazione comunale il Consigliere Barbara Gentile che ha ringraziato tutti coloro che hanno dato vita alla kermesse durata quasi un mese e che ha riscosso tanto successo di visitatori comprese le scolaresche del territorio.