Riccardo Iannuzzi di Noi per Velletri denuncia le condizioni di via Tevola

0
1217
degrado via tevola velletri
La situazione di via Tevola denunciata da Riccardo Iannuzzi di Noi per Velletri
degrado via tevola velletri
La situazione di via Tevola denunciata da Riccardo Iannuzzi di Noi per Velletri

Bene, ormai siamo fuori dalla campagna elettorale che ha visto di nuovo vincere il centro sinistra – con queste parole inizia la nota di Riccardo Iannuzzi, coordinatore della lista civica Noi per Velletri. Devo dire che questa amministrazione è stata bravissima, in venti giorni di campagna elettorale, a mettere più cartelloni di inizio cantieri che in cinque anni di amministrazione. Devo dire però, che tanti cittadini sono rimasti solo con i cartelloni e con i viali di casa distrutti. Un esempio è via Tevola, un muro di cinta, iniziato qualche mese fa, che in queste elezioni ha fatto raccogliere qualche centinaia di voti per questa amministrazione. Adesso però è tutto fermo in più si è aggravata la cosa, perché la strada che è al di sopra del muro ha ceduto rischiando che qualche macchina andasse a finire sul tetto del povero confinante. Voci di popolo – continua Iannuzzi – dicono che sono finiti i fondi, che c’è bisogno di nuovi stanziamenti, intanto l’erba è diventata più alta delle strutture di recensione. La strada continua a crollare, in più ci sono dei cittadini che si sono lamentati che durante questi lavori hanno visto distruggere la loro entrata di casa. Come mai un lavoro iniziato, con l’importo previsto che supera i centomila Euro, adesso è fermo per mancanza fondi, che vuol dire? – si comanda il coordinatore di Noi per Velletri. Questa domanda è rivolta all’assessore dei Lavori Pubblici. Poi vorrei avvertire l’amministrazione – chiosa Riccardo Iannuzi – che la strada adesso è in serio pericolo, si è ridotta moltissimo e con i mezzi pesanti c’è rischio che succeda qualcosa di brutto, visto che in quella strada passa anche la circolare e pulman dei bambini. Per non parlare dell’erba ormai alta che ha chiuso transenne e spie luminose notturne, quindi ormai le macchine non hanno più segnalazioni di pericolo. La speranza del gruppo politico ”Noi per Velletri” – conclude così la nota Iannuzzi – è che i lavori presto saranno ultimati senza aspettare altri cinque anni per le prossime elezioni.”